14:38 16 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
690
Seguici su

All'autore dei furti, in precedenza disoccupato, è stato trovato un posto di lavoro come cameriere in un ristorante.

La singolare vicenda è avvenuta a Caorle, nota località turistica del litorale veneziano, dove un 23enne giovane padre di famiglia è stato fermato dopo essere stato colto in flagrante a rubare dai cestini e dalle cassettine delle offerte in tre chiese differenti, il santuario della Madonna dell'Angelo, il Duomo e la chiesetta di Santo Stefano.

Per portare a termine i suoi colpi, che gli avevano fruttato in totale circa 1.000 euro, il ladro aveva utilizzato del nastro biadesivo, che veniva inserito nelle cassettine delle offerte da cui estrarre le banconote.

Ad incastrarlo, come riporta La Nuova Venezia,  le registrazioni con le telecamere a circuito chiuso dei tre luoghi di culto, dalle quali appariva chiaro che a rubare il denaro fosse stata sempre la stessa persona.

Dei fedeli in una chiesa a Torino
© Sputnik . Giorgio Perottino
Dei fedeli in una chiesa a Torino

La redenzione

Nonostante l'accaduto, scoperta la precaria situazione economica del giovane e il fatto che fosse disoccupato, il parroco di uno dei luoghi di culto, Don Danilo Barlese ha deciso di dare una seconda possibilità all'autore dei furti trovandogli un posto di lavoro.

Una missione riuscita, anche grazie alla collaborazione delle forze dell'ordine, dal momento che adesso il giovane papà si trova a lavorare in uno dei ristoranti del comune di Caorle.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook