20:49 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
110
Seguici su

Sta meglio l'anziano immuno depresso finito in terapia intensiva dopo aver contratto la variante brasiliana. A salvargli la vita, secondo i medici, il fatto di aver completato un ciclo di vaccinazione.

Sono arrivati a ben 20 i casi di variante brasiliana sequenziati nei laboratori di Palermo, riferisce quest'oggi il Giornale di Sicilia.

Tra le persone che sono state contagiate anche due studenti minorenni. Le autorità, rende noto il quotidiano, hanno però fatto sapere che la diffusione della variante mutata resta sotto controllo.

Buone notizie invece per l'anziano immunodepresso ma vaccinato con un ciclo completo di siero Pfizer e che nei giorni scorsi era finito in terapia intensiva proprio dopo l'identificazione della mutazione del virus dall’unità operativa di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello.

 

Unità di terapia intensiva
© Sputnik . Pavel L'vov
Unità di terapia intensiva

 

Dopo due giorni di ventilazione con l'ossigeno ad alta concentrazione, il paziente ora sembrerebbe essere fuori pericolo di vita, riferiscono i medici.

"Se non fosse stato vaccinato probabilmente sarebbe deceduto. Le statistiche, ma anche la nostra esperienza quotidiana, ci insegnano che l’indice di mortalità cresce quando il Covid attacca con forza le persone con più di 70 anni, ancora più raramente riusciamo a strappare alla morte chi ha più di 80 anni e arriva da noi con un quadro clinico già compromesso", ha chiarito Giuseppe Arcoleo, primario di Pneumologia dell’ospedale Cervello.

La Sicilia è solo l'ultima delle Regioni nelle quali è stata trovata traccia della variante brasiliana del coronavirus Covid-19. In precedenza, altre evidenze della sua presenza erano state rilevate in Campania e, più di recente, in Sardegna.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook