12:29 09 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
306
Seguici su

In un comunicato stampa la Rai ha fatto chiarezza sulle accuse avanzate da Fedez relativamente alla presunta censura operata dalla TV di stato italiana sui testi degli artisti esibitisi al concerto del Primo Maggio.

Rispondendo alle accuse lanciate ieri da Fedez in occasione del concerto del Primo Maggio, "la direzione di Rai3 conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti".

Nella nota pubblicata da Viale Mazzini è stato inoltre precisato che la televisione non ha "mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista".

Il comunicato affronta poi la questione relativa al "al video pubblicato sul profilo Twitter di Fedez" affermando che  "l’intervento relativo alla vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani non corrisponde integralmente a quanto riportato essendo stati operati dei tagli".

La Rai riporta quindi le esatte parole pronunciate dalla Capitani, nel tentativo di fare chiarezza e dirimere i dubbi sollevati da Fedez:

"Mi scusi Fedez, sono Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, la Rai non ha proprio alcuna censura da fare. Nel senso che… La Rai fa un acquisto di diritti e ripresa, quindi la Rai non è responsabile né della sua presenza, ci mancherebbe altro, né di quello che lei dirà. Ci tengo a sottolinearle che la Rai non ha assolutamente una censura, ok? Non è questo […] Dopodiché io ritengo inopportuno il contesto, ma questa è una cosa sua", sono le parole riportate della Capitani.

Il monologo di Fedez al concerto del Primo Maggio

Nel discorso tenuto sul palco in relazione al Ddl Zan sulla omotransfobia, Fedez ha fatto nomi e cognomi di esponenti del Carroccio che nel passato hanno espresso posizioni omofobe, come quella di “Giovanni De Paoli, consigliere regionale Lega Liguria: ‘Se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno’”. 

Il rapper, inoltre, ha attaccato i vertici Rai perché avrebbero tentato di censurare la sua esibizione definendo il suo discorso "inappropriato" per il concerto del Primo Maggio. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook