12:57 09 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
383
Seguici su

Un 83enne si è presentato all'ospedale all'ospedale di Palermo qualche giorno dopo aver ricevuto la seconda dose di Pfizer. L'uomo, contagiato dalla variante brasiliana, si trova ora in terapia intensiva.

Un nuovo caso di variante brasiliana a Palermo ha colpito un uomo di 83 anni che, qualche giorno dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer, è stato contagiato dalla variante ed è ora ricoverato in terapia intensiva.

L'unità di Microbiologia e Virologia dell'azienda ospedaliera Villa Sofia - Cervello ha identificato la variante brasiliana, attraverso test di indagine di sequenziamento genico, in un paziente Covid che aveva già ricevuto il vaccino.

Il paziente, un 83enne immunodepresso, dopo pochi giorni dalla seconda dose è arrivato al pronto soccorso del Cervello accusando "sintomatologia respiratoria e intestinale clinicamente significative".

L'anziano è stato subito ricoverato in terapia intensiva respiratoria e grazie alla collaborazione di pronto soccorso, Malattie infettive, Intensiva respiratoria, Microbiologia e Virologia dell'azienda ospedaliera palermitana ""è stato identificato quale paziente altamente sospetto di essere portatore di una variante genica, come appunto è stato poi verificato" si legge in una nota dell'azienda ospedaliera.

"In atto il paziente è in trattamento di supporto intensivo delle funzioni vitali" afferma la nota.

Consegna Vaccini Pfizer all'Ospedale Santa Maria della Pietà a Roma
© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Ufficio Stampa Presidenza del Consiglio dei Ministri / Antonio Morlupi
Consegna Vaccini Pfizer all'Ospedale Santa Maria della Pietà a Roma

Secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute, oggi in Italia sono stati verificati 12.965 casi di coronavirus con 18.466 guarigioni e 226 morti.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook