23:08 14 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
18711
Seguici su

Il lavoro della Digos è motivato dalla violazione della Legge Scelba, che vieta manifestazioni del disciolto Partito Nazionale Fascista. Inoltre rischiano una multa i dimostranti che non indossavano la mascherina.

Il raduno avvenuto ieri di circa 800 militanti e simpatizzanti dell'estrema destra a Milano davanti la targa di Sergio Ramelli, lo studente di destra ucciso da militanti dell'estrema sinistra negli anni di Piombo, avrà degli strascichi giudiziari. 

La Digos sta analizzando foto e filmati del raduno, per cercare di identificare i partecipanti che hanno risposto presente col braccio destro teso, ovvero hanno fatto il saluto romano di memoria fascista, proibito in Italia dalla Legge Scelba del 1952, che vieta l'apologia del fascismo e la manifestazione in pubblico di gesti e rituali che ricordano il disciolto Partito Nazionale Fascista.

Le forze dell'ordine faranno partire denunce anche contro quei partecipanti che al raduno, in violazione con le attuali leggi anti-Covid, non indossavano la mascherina.

Condanna dell'Anpi milanese e delle Sardine

Il raduno di militanti e simpatizzanti dell'estrema destra ha suscitato la reazione di sdegno della sede milanese dell'Anpi.

"Ferma condanna per le centinaia di saluti romani e per le chiamate del 'presente' nel corso del presidio svoltosi nella serata del 29 aprile a Milano, promosso da organizzazioni neofasciste: chiediamo alle autorità di individuare gli autori di tali vergognosi episodi che avvengono, ogni anno, a soli pochi giorni dalla ricorrenza della Liberazione del nostro Paese dal nazifascismo", le parole di Roberto Cenati, presidente dell'Anpi provinciale di Milano, riportate da La Repubblica.

Fa eco all'Anpi il movimento delle Sardine.

"Il fascismo non è un'opinione, è un crimine: sarebbe opportuno che istituzioni e partiti politici reagissero con fermezza, sciogliendo una volta per tutte organizzazioni dichiaratamente fasciste, e per questo illegali secondo quanto stabilito dalla legge Scelba del 1952".
Tags:
Polizia, neofascismo, Italia, Milano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook