10:30 18 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
103
Seguici su

Pronte le linee guida del piano scuola per l'estate. Laboratori e potenziamento delle competenze su base volontaria e senza voti. Il ministro Bianchi dà l'avvio ad un processo di trasformazione.

Estate tutti a scuola, ma su base volontaria. Pronto il piano del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che prevede un percorso estivo di recupero delle competenze e di approfondimento sia per gli alunni che per i docenti.

Un percorso formativo per i mesi di luglio e agosto, senza voti, ma con l’unico obiettivo di far recuperare socialità e competenze trasversali alle giovani generazioni per lungo tempo costrette dalla pandemia a lezioni a distanza e a restare chiusi in casa lontani da tutti.

Il piano del Ministero dell’Istruzione prevede 510 milioni di euro di dotazione per potenziare competenze come l’italiano, la matematica e le lingue straniere.

Accanto alle materie del percorso di studio si affiancheranno laboratori di arte, sport, musica, digitale e percorsi legati alla legalità e alla sostenibilità a 360 gradi e quindi alla tutela dell’ambiente.

Pieno supporto alle scuole, ai docenti, agli studenti

Il piano del ministero prevede un ampio e diversificato supporto alla missione scuola in estate.

Attraverso una prima nota operativa il ministero ha messo nero su bianco quelli che saranno gli strumenti resi disponibili per le scuole, i dirigenti scolastici, i docenti e gli studenti destinatari dell’iniziativa ‘La scuola d’estate’.

Il ministero prevede l’istituzione di un sito con la raccolta delle informazioni, ma anche un help desk dedicato alle scuole per rispondere a tutte le loro domande.

Prevista anche una campagna sui social con l’hashtag #lascuoladestate e attraverso altri canali informativi.

“L’emergenza sanitaria ha inevitabilmente accentuato problematiche preesistenti, ha evidenziato le diseguaglianze e accresciuto le fragilità. Per questo abbiamo voluto un Piano di accompagnamento, un ponte tra quest'anno e il prossimo, un'occasione che consenta a bambini e ragazzi di rafforzare gli apprendimenti e recuperare la socialità”, ha detto il ministro Bianchi come riportato dal Ministero dell’Istruzione in un comunicato.

Spazi di potenziamento

Il ministro Bianchi ha spiegato che questo periodo estivo verrà usato “per costruire un nuovo inizio” e per riportare “la scuola al centro della comunità, creando spazi di potenziamento delle competenze e di recupero delle relazioni”.

Un lavoro che coinvolge i territori, le associazioni, ma che vuol essere anche l’inizio di un processo “di trasformazione ed evoluzione del nostro sistema di Istruzione, per dare vita ad una scuola più accogliente, inclusiva, basata su apprendimenti personalizzati, parte integrante del tessuto sociale e territoriale”.

Il ministro Bianchi vuole “una scuola ‘affettuosa’, che sappia stare al fianco dei nostri bambini e ragazzi, che, partendo dai più fragili, sia punto di riferimento per tutta la comunità e le famiglie”.

Il piano per punti

  • Fase I, potenziamento degli apprendimenti (a giugno)
  • Fase II, recupero della socialità (luglio e agosto)
  • Fase III, Accoglienza (settembre, fino all’avvio delle lezioni)
Tags:
Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook