21:58 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
130
Seguici su

Preoccupa il fenomeno del falso trading on line. A far scattare le indagini alcune segnalazioni arrivate dalla Consob.

La polizia postale di Roma ha eseguito il sequestro preventivo tramite oscuramento in Italia di sette siti web di intermediazione finanziaria privi di autorizzazione. A far partire le indagini sono state alcune segnalazioni della Consob alla Procura di Roma relative all'attività di alcuni siti che offrivano al pubblico strumenti finanziari e servizi di trading on line senza possedere le autorizzazioni necessarie. 

Il Gip di Roma ha ordinato ai provider di inibire il raggiungimento sul territorio italiano dei seguenti siti: 

  • www.topcapitalfix.com
  • www.my.topcapitalfix.com
  • www.eu-markets.co
  • www.client.eu-markets.co
  • www.investfd.io
  • www.investfd.co
  • www.it.cryptoengine.app

Il profilo della mancanza delle autorizzazioni legali, con quello che ne consegue in termini di evasione fiscale è solo uno degli aspetti della vicenda. A preoccupare gli investigatori è il fenomeno del trading illegale che nasconde vere e proprie truffe nei confronti di ignari investitori, particolarmente diffuso durante il lockdown.

Sempre più spesso cittadini meno pratici degli strumenti informatici si affidano a falsi siti di trading ma i loro soldi versati on line anziché finire in un portafoglio di investimenti, finiscono su un conto all'estero appartenente al gruppo criminale. 

Il fenomeno delle truffe on line con il trading finanziario si è intensificato durante la pandemia di Covid-19. Nel 2020 sono avvenuti 358 casi con oltre 20 milioni di euro di danno.

Tags:
Roma, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook