13:47 16 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
Di
2 0 0
Seguici su

Il ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha ricevuto oggi la ministra del governo di unità nazionale libico, Najla al Mangoush, da ieri in visita a Roma, con cui ha discusso i principali temi di cooperazione economica bilaterale. Per Al Mangoush l’Italia è “il partner naturale” della Libia.

Nell'incontro avuto oggi al Mise il ministro Giorgetti ha ribadito la “piena disponibilità dell’Italia a sostenere lo sforzo delle autorità libiche, nel pieno rispetto della loro sovranità, insieme alla comunità internazionale”, nel suo percorso di transizione istituzionale che dovrebbe culminare nelle elezioni fissate per il prossimo 24 dicembre. Quindi, riguardo ai temi economici, ha detto: 

“Il governo e le imprese italiane vedono nella Libia un partner privilegiato”.

Secondo quanto riferito in una nota, Giorgetti ha espresso l’intenzione di “consolidare e rilanciare ulteriormente tale partenariato nei settori di mutuo interesse, dal progetto dell'autostrada costiera all'aviazione civile, alla cooperazione economica industriale”.

A tale riguardo, ha sottolineato il ministro, “rimane essenziale che siano assicurate condizioni di sicurezza adeguate per le nostre imprese e per i lavoratori”.

Mangoush invita Giorgetti a Tripoli

Da parte sua, Al Mangoush ha “si è detta convinta che siano molti gli spazi di ulteriore crescita della collaborazione economica e industriale tra Libia e Italia, partner naturale del proprio paese”.

La ministra quindi invitato Giorgetti  a compiere presto una visita ufficiale a Tripoli.

Ieri gli incontri con Di Maio e Guerini

La ministra degli Esteri aveva incontrato ieri l’omologo italiano, Luigi Di Maio, che ha annunciato l’imminente riapertura del consolato italiano a Bengasi e l'intenzione di istituire un consolato onorario a Sebha, nel sud della Libia.

Sempre ieri al Mangoush è stata ricevuta anche dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, mentre questa mattina ha riferito in Commissione Esteri della Camera sulla situazione nel Paese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook