00:39 08 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
0 09
Seguici su

Un imprenditore di 63 anni per un malore improvviso quattro giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid-19. Al momento nessun nesso accertato fra i due eventi. Disposta l'autopsia della salma.

La Procura di Palermo ha aperto un'inchiesta sulla morte di Paolo Mattina, un imprenditore siciliano di 63 anni, deceduto lo scorso 20 aprile in seguito ad una crisi cardiaca.

Solo quattro giorni prima, venerdì 16 aprile, Mattina aveva ricevuto la prima dose di AstraZeneca, somministrata in Sicilia nel fine settimana a tutti gli over 60. 

  • Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'imprenditore avrebbe accusato i primi disturbi il giorno dopo la vaccinazione.
  • A causa di un peggioramento delle sue condizioni, il 63enne è stato ricoverato all'ospedale di Partinico e poi trasferito al Policlinico di Palermo, dove è giunto in arresto cardiaco.

Il caso è stato segnalato dall'Asp ad Aifa.

In seguito alla denuncia presentata dai familiari, i magistrati titolari del fascicolo hanno disposto un'autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni all'istituto di medicina del Policlinico. Gli esami autoptici sono volti ad accertare la possibile relazione fra i due eventi. 

Vaccino AstraZeneca: consegnate oggi oltre 270 mila dosi
© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Ufficio Stampa Presidenza del Consiglio dei Ministri / Antonio Morlupi
Vaccino AstraZeneca: consegnate oggi oltre 270 mila dosi

I casi di morte sospetta in Sicilia

Quello di Mattina è l'ultimo caso di una serie di morti improvvise avvenute dopo la somministrazione di AstraZeneca in Sicilia, la prima che riguarda un individuo con più di 60 anni.

Lo scorso 9 aprile è deceduto l'avvocato Mario Turrisi di 45 anni, al policlinico di Messina per un caso di emorragia cerebrale. Il secondo in pochi giorni. Nello stesso ospedale il 31 marzo  marzo è deceduta allo stesso modo Augusta Turiaco, professoressa di Musica di 55 anni, con una trombosi cerebrale 13 giorni dopo la dose di vaccino.

Sono diversi i casi di morte sospetta avvenuti nell'ultimo mese: a cominciare dal decesso dell'ispettore di Polizia, Davide Villa e del militare di Augusta, Stefano Paternò, mentre due professoresse di Gela e Palermo sono decedute nei giorni seguenti. Si tratta di Zelia Russo di 37 anni e di Cinzia Pennino di 46 anni.
Il legale della famiglia Turiaco ha chiesto la sospensione del vaccino per le persone di età inferiore a 60 anni.

Tags:
vaccino, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook