23:50 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
817
Seguici su

La ministra per il Sud e la Coesione territoriale invita Matteo Salvini a mettere da parte le polemiche sulle riaperture, nel giorno in cui è attesa la presentazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza da 221,5 miliardi.

Dopo l’astensione della Lega sul decreto per le riaperture e la chiusura del presidente Mario Draghi alla richiesta di Salvini di modificarlo, la ministra per il Sud Mara Carfagna sottolinea che “con la presentazione formale del Pnrr, il più grande piano economico varato in Italia dal Dopoguerra, sarà ancora più chiaro a tutti perché questo governo è sostenuto da forze così diverse, una cosa impensabile fino a poco tempo fa”.

“Siamo a Palazzo Chigi per ricostruire il Paese in un momento drammatico di emergenza, non per litigare sul coprifuoco”, ha rimarcato in un’intervista rilasciata a La Stampa.

Per questo, ha aggiunto, “mi aspetto che la Lega capisca quanto è importante la sua partecipazione a questo esecutivo anomalo, per governare un’operazione di ricostruzione di carattere assolutamente straordinario. Tutto il resto è ordinaria dialettica politica che deve trovare sfogo nelle sedi competenti, cioè nella cabina di regia”.

Il Piano di ripresa e resilienza in Consiglio dei ministri: 82 miliardi per il Sud

Oggi arriva in Consiglio dei ministri il Pnrr da 221,5 miliardi complessivi, tra Recovery (191,5 miliardi) e fondo complementare (circa 30 miliardi), che sarà poi presentato in parlamento, prima di essere inviato a Bruxelles. La quota destinata al Sud è pari al 40%.

“Il 40 per cento significa 82 miliardi di euro circa, da usare in cinque anni”, ha precisato Carfagna.

“E il Pnrr è solo un colpo di bazooka, perché per il Sud ci sono anche i fondi strutturali europei per gli anni 2021-2027 e il fondo di sviluppo e coesione. In più dal React-Eu arriveranno al Mezzogiorno altri 8,4 miliardi su un totale di 13,5”, ha aggiunto.

A fronte di tali finanziamenti è essenziale riuscire a spenderli questi soldi, ha sottolineato la ministra: “Per questo è importante la riforma della Pubblica amministrazione a cui sta lavorando il ministro Brunetta, perché favorirà l’accelerazione degli investimenti al Sud. Così come è importante il dl Semplificazioni che arriverà a metà maggio".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook