22:07 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
250
Seguici su

Numeri incredibili per un classico della diffusione musicale mondiale, da tempo dato per finito: il disco in vinile torna a spopolare, in Italia così come anche nel mondo.

È la Deloitte, azienda di servizi e consulenze inglese, a fornire questi dati per la FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana).

Infatti, dopo 30'anni il classico disco in vinile, uscito di produzione nel '93, sorpassa le vendite dei CD in Italia: nel primo trimestre 2021, per la prima volta dal 1991, gli Lp valgono più dei compact disc.

Il sorpasso era in realtà atteso, come si era osservato dall'ultimo Global Report di IFPI, federazione mondiale della discografia. In Italia, il vinile ha portato ben 4,7 milioni di ricavi a fronte dei 4,4 milioni del CD. Nei primi mesi del 2021, il vinile è cresciuto del 121% rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre il CD segna un calo del 6%. In un mercato dominato dallo streaming, (circa l'80% del fatturato italiano), il vinile rappresenta l'11% di tutte le vendite di musica nel Paese.

Nel 2020, il CD ha avuto un calo di valore del 35% rispetto all'anno precedente, scendendo a un valore di 24 milioni di dollari, mentre il vinile si attestava a 15 milioni, una crescita del 2,5%, continuata sin dal 2010, sia in Italia che a livello globale.

Infatti, a livello mondiale nel 2020 il vinile ha chiuso con un valore pari a 889 milioni di dollari, e in Italia tra il 2019 e il 2020 ha registrato un incremento del 758% rispetto al 2010. Nella classifica mondiale, dominata dai giapponesi, l'Italia è infatti all'8o posto del mercato fisico.

Nonostante la forte dominazione del servizio streaming, la nicchia del vinile è sostenuta da appassionati 'big spender', per così dire coccolati dalle grandi case discografiche: guardando infatti la classifica dei vinili più venditi in Italia nel 2020, al primo posto si vede la copia ad alta grammatura di The Dark Side of the Moon del 1973 dei Pink Floyd. E anche se il fisico è usurabile rispetto allo streaming, gli appassionati non vogliono rinunciare al dettaglio sonoro e colore di un vecchio long playing ascoltato in condizioni ottimali, incluso il lieve fruscio di sottofondo causato dal disco che gira: crea atmosfera, dopotutto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook