15:06 16 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
42927
Seguici su

L'ordinario di Microbiologia all'Università di Padova Crisanti torna a commentare il prossimo piano di riapertura e allentamento delle restrizioni sul territorio italiano.

Il virologo Andrea Crisanti, ospite di 'The Breakfast Club' su Radio Capital, ha commentato duramente il piano di allentamento delle restrizioni sul territorio nazionale in vista di una prossima, e forse anticipata, riapertura delle varie attività, finora bloccate nell'ambito della campagna di prevenzione della diffusione del contagio.

Crisanti ha criticato il CTS, il Comitato tecnico scientifico per l'emergenza Covid-19, nel quale la prima volta "non c'erano persone competenti, nel secondo i competenti sono in minoranza". Sempre dure le sue parole sulla linea di governo, "siamo governati da persone che non hanno gli strumenti conoscitivi giusti".

Il virologo ha sottolineato che una riapertura anticipata sarebbe un vero e proprio "azzardo biologico", in quanto la vicinanza e il contatto tra le persone permetterebbero al virus di trasmettersi e mutare più rapidamente.

Al momento, in Italia si contano circa 15mila contagi al giorno, e la campagna vaccinale procede più lentamente di quanto anticipato dagli esperti. L'esperto ha ribadito l'importanza di procedere con le vaccinazioni mentre la popolazione ha poche opportunità di contatto, come nel caso delle restrizioni.

"I numeri non giustificano le decisioni del Governo", ha detto Crisanti. "Quanti morti di Covid-19 siamo disposti a tollerare? L'Inghilterra è arrivata a queste scelte con 15 morti al giorno, 2mila casi e il 70% della popolazione vaccinata. Vorrei capire cosa è stato calcolato e ragionato [in Italia]".
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook