23:50 12 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Arresti in tutta Italia ai danni dei clan camorristici e della 'ndrangheta unite in un sodalizio per la vendita della droga.

Le mafie si alleano per spartirsi e gestire il racket e il traffico di droga nazionale. Questa mattina il comando provinciale dei carabinieri di Napoli ha arrestato 26 soggetti gravemente indiziati di aver fatto parte di due distinte organizzazioni criminali operanti nel comune di Poggiomarino (Napoli) e nei comuni partenopei limitrofi.

Secondo le indagini, sul territorio di Poggiomarino, storicamente “gestito” dal clan camorristico dei Fabbrocino è ora minacciato da un nuovo soggetto criminale in cerca di spazi dove inserire le proprie attività delinquenziali.

Questo nuovo gruppo, che ha effettuato numerose estorsioni e applicato sul territorio un clima intimidatorio con anche spari d’arma da fuoco, avrebbe avviato un traffico di stupefacenti rilevante con la collaborazione della ‘ndrangheta calabrese che starebbe facendo da fornitore della droga, lo riporta il quotidiano locale Il Mattino.

Sequestro di beni

Oltre agli arresti in corso tra le province di Napoli, Salerno, Imperia, Cosenza, Reggio Emilia e Ancona, le forze dell’ordine stanno procedendo al sequestro preventivo di circa 50 milioni di euro in beni e rapporti finanziari.

Tags:
'ndrangheta, Camorra
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook