17:07 17 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
141
Seguici su

Banchetto tra alti funzionari e dirigenti della Sardegna in un centro termale. L'evento non era stato autorizzato, a bloccarlo l'intervento della Guardia di Finanza. Partita una inchiesta.

Sembra che davvero alle Nuove Terme di Sardara, dell’omonima località in provincia di Sud Sardegna, si sia svolto un banchetto che avrebbe dovuto rimanere molto riservato e che così non è stato.

Un banchetto che “scotta” dati i nomi di alto profilo presenti. L'elenco dei nomi è stato pubblicato da L'Unionesarda.it,

La Guardia di Finanza avrebbe sorpreso nel lussuoso centro benessere almeno 19 persone, ed altre 20 si sarebbero allontanate repentinamente gettandosi tra gli alberi di eucalipti che contornano la struttura.

I 19 hanno ricevuto una sanzione da 400 euro ciascuno come prevede la legge, ma sono i nomi a fare rumore.

Tra gli astanti ci sarebbero dirigenti della Regione, manager di aziende sanitarie, medici, ingegneri, vertici di enti strumentali strategici, ed anche politici e alti militari.

Ora è stata aperta anche una inchiesta, perché si vuol capire a che titolo si sono riuniti clandestinamente, e in barba alle regole contro la diffusione del contagio del coronavirus, personalità ai vertici della classe dirigente sarda.

Secondo il quotidiano locale, l’unico ad aver confermato al momento la sua presenza è il comandante della Forestale, che intervistato dall’Unione Sarda ha riferito di non aver pranzato, ma di essere stato invitato lì per verificare “un possibile progetto di ampliamento della struttura” termale.

Il sindaco di Sardara ha però negato che esista un progetto di ampliamento delle Nuove Terme di Sardara.

Tags:
Sardegna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook