01:17 08 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Per il Johnson & Johnson non è detto che si somministri una sola dose, al momento sono in corso degli studi sulla durata. Per quanto riguarda l'immunità di gregge, settembre è data plausibile.

“Se AstraZeneca, Pfizer, Moderna e J&J riusciranno a mantenere le quote e le dosi che sostengono di poter produrre, credo che il piano del presidente del Consiglio Mario Draghi possa essere un successo.

Inclusa la bella stagione che sta arrivando, può essere che tra giugno e settembre raggiungeremo l'immunità di gregge”, lo sostiene Armando Genazzani, membro del Committee for Medicinal Products for Human Use dell’Ema, parlando a 'Buongiorno', su Sky TG24.

Per quanto riguarda il vaccino monodose Johnson & Johnson, Genazzani riferisce che una seconda dose di richiamo non è esclusa al momento, perché non è nota la durata della sua copertura.

“Non metterei troppo accento sul fatto che J&J sia un vaccino monodose. Al momento è stato studiato come vaccino di cui si dà una singola dose e sappiamo che dà una protezione 14 giorni dopo la somministrazione”, afferma Genazzani che poi aggiunge:

Non sappiamo quanto duri (la copertura, ndr), potrebbe benissimo essere che serva un richiamo in seguito, ci sono degli studi che lo stanno valutando. Intanto possiamo cominciare a vaccinare però”.

Richiami a 42 giorni

Genazzani discute anche del richiamo per i vaccini Pfizer e Moderna, egli afferma che la norma dovrebbe essere il richiamo a 21 e 28 giorni come stabilito in origine, perché sono “quelli ottimali” e “perché su quelli abbiamo dei dati”.

E sul richiamo a 42 giorni invece afferma:

“Ci sono anche pazienti che sono stati trattati a 42 giorni. Dal punto di vista scientifico non penso che arrivare a 42 giorni tra due dosaggi debba diventare la norma, ma credo che sia possibile”.

L’Italia ha deciso in questi giorni di passare alla modalità di somministrazione a 42 giorni per garantirsi una maggiore scorta di vaccini da somministrare alla popolazione.

Tuttavia in settimana sono attese oltre 2,2 milioni di dosi dei vari vaccini autorizzati dall’Ema in questi mesi.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook