22:34 14 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Ressa di cittadini agli hub di Potenza e di Matera, dove si vaccina la fascia di età 60 – 79 anni. Non vi è obbligo di prenotazione e in centinaia si sono presentati creando assembramenti pericolosi.

Nei grandi hub vaccinali di Potenza e di Matera si vaccina senza prenotazione la fascia 60 – 79 anni.

Nella città di Potenza in particolare, dove si utilizza la tensostruttura donata dal Qatar nella prima fase della pandemia, si è subito formata una ressa di persone in attesa di poter essere vaccinate contro il coronavirus.

Secondo il quotidiano locale La Nuova, nei parcheggi dei due centri vaccinali principali non sarebbero mancati i momenti di tensione tra i cittadini accorsi per la vaccinazione.

La scelta di non utilizzare il meccanismo della prenotazione, è stata direttamente voluta dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il quale ha inteso così dare una accelerata alla campagna vaccinale regionale, a seguito dell’indicazione nazionale relativa al vaccino AstraZeneca, che non è più diretto agli insegnanti e alle forze dell’ordine, ma agli over 60.

Molte, inoltre, le rinunce da parte del personale scolastico alla somministrazione del vaccino AstraZeneca. Così, per evitare di gettare le dosi del vaccino anglo-svedese, si è ricorsi alla vaccinazione senza prenotazione.

Centinaia le critiche fatte pervenire all’organizzazione attraverso i social network, riporta l’HuffPost.

I consiglieri regionali di opposizione, intanto, se da una parte dicono che è un bene accelerare sulla campagna vaccinale, dall’altra chiedono che ciò non avvenga a discapito della sicurezza sanitaria dei cittadini.

La campagna vaccinale in Basilicata

I dati nazionali del Report vaccinale stilato dal Ministero della Salute, indicano che la Basilicata è penultima in termini di dosi somministrate con il 75,4% del totale (la media nazionale è dell’83,7%).

Fino a questa mattina aveva ricevuto 146.995 dosi vaccinali e ne ha somministrate 110.891.

Intanto l’Italia dovrebbe ricevere entro questa settimana 2,2 milioni di dosi di vaccino dalle varie società farmaceutiche il cui vaccino è stato autorizzato dall’autorità del farmaco europea (Ema).

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook