21:28 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
211
Seguici su

La Sicilia, a detta del governatore Nello Musumeci, è al limite della zona rossa e per poter uscire da questa situazione urge immunizzare i cittadini dal Covid.

Nella conferenza stampa per il fine settimana, il governatore della Regione Sicilia Nello Musumeci ha riferito che l'80% delle persone invitate per vaccinarsi contro il coronavirus, rifiuta categoricamente la somministrazione del preparato della casa farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca a seguito dei casi di trombosi manifestatisi in alcuni soggetti, in particolare giovani donne, dopo l'inoculazione del siero anti-Covid.

"Su 100 persone, 80 dicono di no ad AstraZeneca. È naturale che la condizione di allarme sia particolarmente elevata", ha dichiarato Musumeci, citato da Giornale di Sicilia, aggiungendo però che occorre "credere agli scienziati che dicono che è più pericoloso non vaccinarsi piuttosto che vaccinarsi".

Parlando della situazione epidemiologica in Sicilia, al limite della zona rossa, il governatore ritiene che esista una sola soluzione per uscire dall'emergenza.

"Immunizzare la comunità siciliana, sottoporla a vaccino ed è quello di cui ci stiamo occupando", ha affermato Musumeci, rilevando che per spazzare via i dubbi tra la gente riluttante al vaccino la Regione punta tutto sui medici di famiglia, così come farmacisti.

Infine il presidente della Regione Sicilia ha preannunciato a metà aprile "l'arrivo tanto atteso delle prime dosi del vaccino Janssen di Johnson&Johnson, ancora in numero ridotto, ma sarà il primo a dose singola a venire distribuito".

Secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute, in Sicilia i nuovi contagi giornalieri sono stati 1.229 a fronte di 26.229 tamponi. 

Tags:
Coronavirus, vaccino, Italia, Sicilia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook