22:55 14 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
211
Seguici su

Enorme distesa di meduse ricopre il mare antistante la città di Trieste e i dintorni. Mai così tante 'polmone di mare' si erano viste radunarsi da queste parti. Quando andranno via?

Uno sterminato tappeto di meduse dall’orlo blu (Rhizostoma pulmo), hanno invaso il porto di Trieste e le aree marine intorno alla città e oltre.

Gli scienziati lo chiamano fenomeno ‘bloom’, mentre per i passanti è un fenomeno curioso da osservare e fotografare, per la marineria è diventato un bel problema. Difficile, infatti, allenarsi con la canoa in un mare di meduse, ed anche per le barche da diporto diventa difficoltoso spostarsi.

Il fenomeno si ripete da anni, ma quest’anno ha assunto una dimensione mai vista prima. Una distesa senza fine di meduse dall’orlo blu hanno invaso ogni angolo di mare, si sono accatastate ovunque vi fosse spazio.

Secondo i biologi marini il fenomeno è causato dalla pesca eccessiva. La ricercatrice Valentina Tirelli dell’Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica sperimentale (OGS), all’Ansa ha spiegato che meduse e pesci mangiano le stesse prede, quindi, se la pesca eccessiva elimina grandi quantità di pesci dal mare, alla medusa viene a mancare un antagonista e hanno più cibo da mangiare. Di conseguenza si moltiplica la loro capacità di svilupparsi.

Quando andranno via le meduse da Trieste?

Secondo la ricercatrice le meduse “polmone di mare” andranno via come ogni anno, ma non è possibile stabilire una data precisa.

Altri anni hanno avuto un comportamento simile, sono arrivate e poi sparite. Probabilmente ci vorrà più del solito, data l’enorme distesa di meduse di quest’anno.

Quel che appare chiaro, è che ancora una volta, a creare lo squilibrio della natura ci ha pensato l’essere umano.

Tags:
Trieste, Mare
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook