01:48 08 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
1111
Seguici su

In queste ore il Ministero della Salute ha lanciato un nuovo avviso per il richiamo di prodotti alimentari per rischio microbiologico. Il prodotto in questione è il salame di cinghiale Pepe Nero, ritirato dai supermercati per rischio salmonella.

Il Ministero della Salute ha lanciato un avviso di richiamo di prodotti alimentari per rischio microbiologico sul portale dedicato agli avvisi di sicurezza e al richiamo di prodotti alimentari da parte degli operatori.

Il ritiro dagli scaffali dei negozi riguarda il salame di cinghiale, ritirato per presenza di salmonella gruppo c1. I controlli sono stati effettuati il 7 aprile mentre la data di pubblicazione dell’allerta è quella dell’8 aprile 2021.

  • La denominazione esatta del prodotto richiamato è Pepe nero salame di cinghiale a marchio Renzini, venduto in confezioni da 0,200 Kg.
  • Nelle avvertenze del richiamo è specificato che si tratta del lotto di salame con scadenza 24.04.2021 e che è richiesta la restituzione del prodotto presso i punti vendita da cui è stato acquistato.
© Sputnik
Un macellaio al lavoro

I rischi per i consumatori

La decisione di richiamare il lotto di salame di cinghiale è scattata in seguito a controlli campione che hanno rilevato la presenza di salmonella in una unità su 5.

La salmonella è uno degli agenti batterici più comuni nei casi di infezioni trasmesse da alimenti e può causare la salmonellosi.

La salmonellosi può causare infezioni gastrointestinali che possono portare a sintomi come vomito, diarrea e dolore addominale.

Il presidente dello “Sportello dei Diritti” Giovanni D'Agata ha raccomandato per precauzione la restituzione presso i punti di acquisto delle confezioni di salame di cinghiale del lotto interessato (n. 61104910).

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook