14:14 16 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
217
Seguici su

In un anno reso difficile dall'emergenza pandemica, nel 2020 la Polizia di Stato si è assicurata risultati significativi nella lotta alle mafie e in quella al terrorismo di matrice religiosa e non.

In concomitanza con il 169° anniversario dalla sua fondazione, sono stati resi noti i dati dell'attività annuale della Polizia di Stato. Oltre 6 milioni le persone controllate nel corso dell'anno caratterizzato dall'esplosione della pandemia di Covid-19, tra cui si contano anche 23,921 arresti e 121.536 denunc.

Nel complesso sono 4,9 milioni le chiamate ricevute dal 113, per una media di 13.424 al giorno, ossia circa 9 al minuto.

Oggi, per l'occasione, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, accompagnata dal capo della Polizia Lamberto Giannini, deporrà una corona d'alloro al sacrario dei caduti nella Scuola superiore di polizia e successivamente consegnerà la medaglia d'oro conferita nel corso dell'incontro di ieri dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla bandiera.

Lotta alle mafie

Scendendo nel dettaglio, il 2020 è stato per la Polizia italiana un anno molto importante dal punto di vista della lotta alla criminalità organizzata: ben 38 i latitanti che sono finiti agli arresti, tra cui anche uno inserito nell'elenco di massima pericolosità. 

Sono invece 849 gli arrestati per associazione di tipo mafioso o reati connessi; non di minore importanza l'impatto economico delle misure, con oltre un migliaio di beni mobili e immobili sequestrati, per un valore di oltre 245 milioni, e oltre 540 confiscati, per un valore di 224 milioni.

Lotta al terrorismo 

Per quanto riguarda le indagini sul terrorismo di matrice religiosa, sono 7 le persone arrestate, alle quali vanno ad aggiungersene 59 che sono state allontanate dal territorio della Repubblica italiana per motivi di sicurezza dello Stato.

18 i fermi e 869 le denunce di soggetti assimilabili all'area anarco-inseurrezionalista, ai quali si sommano 17 antagonisti e 14 estremisti di destra.

Rilevante l'attività delle forze dell'ordine sui reati di cyberterrorismo, con oltre 500 attacchi ai sistemi informatici di strutture nazionali rilevati nel corso dell'anno, con 18 arresti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook