00:29 12 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Al cinema vedremo tutti i film, senza censure, così come il regista e gli sceneggiatori lo hanno immaginato e girato. D'ora in poi i film potranno essere solo classificati.

La censura cinematografica che “consentiva ancora allo Stato di intervenire sulla libertà degli artisti”, non esiste più.

Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha firmato il decreto ministeriale con cui “istituisce la Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche presso la Direzione generale cinema del Ministero della Cultura”.

Questa Direzione avrà il compito di “verificare la corretta classificazione delle opere cinematografiche da parte degli operatori”, ma non di impedirne l’uscita nelle sale.

Il nuovo intervento è stato approntato “ai sensi della Legge Cinema che introduce il sistema di classificazione e supera definitivamente la possibilità di censurare le opere cinematografiche: non è più previsto il divieto assoluto di uscita in sala, né di uscita condizionata a tagli o modifiche”.

La commissione per la classificazione dei film

La commissione per la classificazione dei film sarà diretta dal presidente emerito del consiglio di Stato, Alessandro Pajno, e si compone di 49 componenti scelti tra gli esperti del settore cinematografico.

Nella commissione anche pedagoghi per tutelare i minori, e figure professionali designate dalle associazioni dei genitori e per la tutela degli animali.

Le opere censurate in una mostra web

Sul sito web www.cinecensura.com, le opere cinematografiche che sono state censurate nel corso dei decenni in Italia, con i ritagli operati ai film e approfondimenti.

Tags:
cinema
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook