04:15 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
309
Seguici su

Sbarchi su sbarchi a Lampedusa, anche nel giorno di Pasqua non si fermano gli arrivi dei migranti che affrontano il viaggio della speranza attraversando il Mare Mediterraneo.

Non si arresta lo sbarco di migranti a Lampedusa. Soltanto nella giornata di sabato 3 aprile sono giunte oltre 400 persone favorite dalle buone condizioni meteo.

Nel giro di poche ore l’hotspot di Lampedusa è diventato ancora una volta caldo e ai limiti del sovraffollamento.

Il primo barcone a giungere conteneva 215 migranti, tra cui sono state contate 9 donne e 2 minori, più un neonato. Quindi sono giunte ulteriori tre imbarcazioni autonomamente con a bordo rispettivamente: 70, 57 e 88 persone che hanno attraversato il Mediterraneo.

Sono ora 700 i migranti nell’hotspot di Lampedusa nel giorno di Pasqua.

E come non si fermano gli sbarchi, così non si fermano le attività di trasferimento dei migranti dall’hotspot di Lampedusa.

Ieri sono stati trasferiti 202 adulti e 80 minori a Porto Empedocle, utilizzando un traghetto di linea. Tutti dovranno osservare un periodo di quarantena sulla nave Rapsody.

Ad ogni modo, parte dei migranti giunti a Lampedusa e che rendono l’hotspot esplosivo, dovrebbero essere trasferiti nelle prossime ore e giorni a bordo della nave quarantena Rapsody.

Tutto dipenderà dalle condizioni meteo, se cioè le acque resteranno tranquille o meno.

Lampedusa è zona rossa

Intanto Lampedusa ieri è stata dichiarata zona rossa perché sulla piccola isola in molti si sono contagiati. Gli abitanti restano quindi blindati in casa, ma il sindaco Totò Martello ha affermato che la situazione è sotto controllo, anche perché non si verifica alcun tipo di contatto tra abitanti di Lampedusa e migranti che sbarcano senza sosta lungo le sue coste.

Allo stesso tempo Alarm Phone segnalerebbe la scomparsa in mare di 110 persone da oltre 18 ore.

Tags:
Crisi dei migranti, Flusso migranti, quote migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook