06:37 17 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
1111
Seguici su

Sono diverse le segnalazioni di persone vaccinate che si sono positivizzate, ma si tratta di infezioni blande e di modesta entità. "Non ci stiamo battendo per l'immunità di gregge, ma per evitare che la gente muoia", ha chiarito l'infettivologo.

"Abbiamo reinfezioni, negli stessi vaccinati, date da variante inglese. Le segnalazioni ormai sono parecchie". Così ha detto il professor Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, giovedì sera ad Otto e Mezzo. 

I vaccini usati nella campagna nazionale sono calibrati sul "virus che circolava un anno fa e non qui". Con le varianti "funzionicchiano": non impediscono i contagi ma evitano le complicazioni e i decessi. 

"Non ci stiamo battendo per l'immunità di gregge, ci stiamo battendo per evitare che la gente si ammali gravemente e muoia", ha affermato. 

I vaccinati che si positivizzano mostrano "un'infezione di modesta entità" che non conduce né  in ospedale, in rianimazione o al cimitero.

La campagna di vaccinazione 

Con l'arrivo di Mario Draghi, la campagna vaccinale "sta andando avanti decisamente meglio" ma non c'è quel "grandissimo cambio di passo" che si attendeva.

"Non siamo nella condizione di dire di aver messo in sicurezza tutti quelli che infettandosi rischiano di andare in ospedale o di morire", ha specificato. 

L'Italia ha somministrato 10.501.841 dosi di vaccino anti-covid delle 12.283.800 ricevute, pari all'85,5% secondo quanto riporta il report di Aifa. Gli italiani immunizzati con la prima e la seconda dose sono 3.288.888.

Tags:
vaccino, Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook