10:44 23 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
130
Seguici su

Per 70 anni si erano perse le tracce del dipinto, che era stato poi rintracciato nel 2017 dopo essere stato riportato in Italia da un antiquario.

Un dipinto realizzato in olio su tela realizzato nel Seicento, ma rubato nel 1944 dalle truppe di occupazione naziste ad una famiglia ebrea, è stato recuperato nelle scorse ore a Padova.

A ritrovarlo sono stati i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza, che erano da tempo al lavoro sul caso.

Le forze dell'ordine hanno concluso le proprie ricerche, rintracciando la preziosa opera d'arte nella casa di un antiquario milanese residente proprio nel comune veneto.

Come riportato dal quotidiano La Stampa, le indagini sono risalite fino al 1946, quando gli antichi proprietari iniziarono le ricerche delle opere asportate dai nazisti in Francia e trasferite in Germania.

Nel 1947 l'opera entrò ufficialmente nella pubblicazione «Répertoire des biens spoliés en France durant la guerre 1939-1945», pubblicato tra il 1947 e il 1949 dal Bureau Central des Restitutions e che teneva conto di tutte le opere d'arte trafugate dai nazisti durante il conflitto.

Nel 2017 l'opera è stata nuovamente importata in Italia da un antiquario emiliano, per poi passare ancora una volta di mano e finire al neoproprietario, un altro antiquario milanese, che nel corso di una fiera mercato internazionale a Maastricht nel 2019 si fece riconoscere l'opera da un esperto d'arte olandese residente in Italia.

Secondo quanto ricostruito dagli esperti, il dipinto è attribuibile al pittore francese Nicolas Poussin, vissuto tra la fine del XVII e la seconda metà del XVIII secolo, e conosciuto in Italia come Niccolò Pussino.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook