16:30 10 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Il vulcano siciliano si risveglia dopo una pausa di sette giorni per il parossismo n.17 dall'inizio della nuova e intensissima fase eruttiva.

Dopo una settimana di riposo, l'Etna si è risvegliata la sera del 31 marzo con un'imponente eruzione che ha illuminato la notte con fontane di lava e fiumi di fuoco sino alle prime luci del mattino. Il fenomeno eruttivo è stato accompagnato dai boati delle esplosioni, distintamente percepiti dai vicini centri urbani pedemontani. Si tratta del 17° parossismo del Cratere di Sud Est (CSE) da quando è iniziata l'attuale fase eruttiva, lo scorso 16 febbraio.

  • Etna in eruzione 1 aprile, fontane di lava e due colate per il parossismo n.17 dal 16 febbraio 2021. Foto scattata all'alba da Riposto (CT)
    Etna in eruzione 1 aprile
    Clara Statello
  • Etna in eruzione 1 aprile, fontane di lava e due colate per il parossismo n.17 dal 16 febbraio 2021. Foto scattata all'alba da Riposto (CT)
    Etna in eruzione 1 aprile 2021
    Clara Statello
  • Etna in eruzione 1 aprile, fontane di lava e due colate per il parossismo n.17 dal 16 febbraio 2021. Foto scattata all'alba da Riposto (CT)
    Etna in eruzione 1 aprile 2021
    Clara Statello
  • Etna in eruzione 1 aprile, fontane di lava e due colate per il parossismo n.17 dal 16 febbraio 2021. Foto scattata all'alba da Riposto (CT)
    Etna in eruzione 1 aprile
    Clara Statello
  • Etna in eruzione 1 aprile, fontane di lava e due colate per il parossismo n.17 dal 16 febbraio 2021. Foto scattata all'alba da Riposto (CT)
    Etna in eruzione 1 aprile
    Clara Statello
1 / 5
Clara Statello
Etna in eruzione 1 aprile

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha osservato a partire dalle 23:00 circa UTC del 31 marzo (mezzanotte orario italiano) un'intensificazione dell'attività stromboliana al CSE che è gradualmente passata a fontana di lava.

Dopo l'una di notte l'eruzione ha prodotto due trabocchi lavici sul versante orientale, entrambi riversati nella Valle del Bove.

Le continue esplosioni delle bocche di fuoco hanno sollevato una nube di cenere che ha raggiunto un'altezza di circa 7000 m s.l.m., disperdendosi in direzione SSO.

La colonna di fumo ha fatto scattare l'allarme rosso per lo scalo catanese dell'aeroporto Fontanarossa.

La nuova fase eruttiva dell'Etna

L'Etna, il vulcano più attivo d'Europa, ha ripreso la sua attività a fine dicembre 2020, divenuta più intensa a partire dal 16 febbraio 2021, con frequenti attività stromboliana ad elevato tremore vulcanico. Le forti esplosioni hanno spesso causato una ricaduta sui centri urbani di ceneri e lapilli che ha recato forti disagi alla popolazione.

Tags:
Eruzione vulcanica, eruzione, Sicilia, Etna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook