00:40 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Con l'avvicinarsi della Pasqua, giorni durante i quali l'Italia sarà in piena zona rossa, numerosi fidanzati, genitori e congiunti si sono espressi riguardo le regole sugli spostamenti poste in essere dal Governo.

Dal 3 al 5 aprile l’Italia sarà in zona rossa, con spostamenti bloccati tra le regioni salvo motivi di lavoro, di salute e urgenze, ma tra le urgenze non ci sono quelle che riguardano i congiunti, che hanno animato il social network Twitter con l'hashtag #congiuntifuoriregione.

Secondo quanto riporta Adnkronos, molti compagni, fidanzate, figli e genitori invocano norme chiare, pronunciando le proprie proposte tramite il social.

"Una deroga chiara, non tutti possono spostarsi con il concetto di abitazione e chi può lo fa col rischio di multa, pur essendo permesso secondo le faq del Governo. Più coerenza, più considerazione davanti a persone che sono da mesi lontani dai loro affetti" ha affermato un'utente di Twitter.

La richiesta di deroga

In molti sono gli utenti che richiedono una deroga, o comunque che i loro congiunti che si trovano fuori regione siano presi in considerazione all'interno delle misure.

​Come mostrato sui social, è stata anche inviata una lettera aperta al Presidente del Consiglio Draghi dove viene richiesta la possibilità di visitare i congiunti e i partner non conviventi, includendo gli spostamenti.

Pasqua all'estero: si può

​Oggi il ministro della salute ha firmato un'ordinanza sugli italiani intenzionati ad andare in vacanza durante il periodo pasquale, affermando che coloro che rientrano dall'estero (Paesi dell'Unione europea) saranno sottoposti a tampone e quarantena di 5 giorni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook