03:14 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

"Virus du mal" è il titolo dell'ultima opera di Land Art di Dario Gambarin, che ha trovato l'ispirazione dal poeta francese Charles Baudelaire.

Il lavoro artistico è stato realizzato su un terreno di 27mila mq a Castagnaro, in provincia di Verona, utilizzando semplicemente un trattore, un aratro ed un erpice rotante senza l'aiuto di immagini disegnate in precedenza, ma solo contando sulla forza della fantasia.

Gambarin, che in precedenza ha dedicato numerose opere artistiche a personaggi di spicco del mondo sia del passato che del presente tra cui Papa Francesco, Leonardo da Vinci, Dante, Putin, Biden e Beethoven, ha spiegato nel comunicato di presentazione dell'opera:

"Duecento anni dopo la nascita di Baudelaire, il suo lavoro è contestualizzato nell'emergenza che siamo vivendo oggi. Mentre mi concentravo nel ricreare il suo volto sulla Terra, mi è venuto in mente un verso di una delle sue poesie ("Corrispondenze") - i profumi, i colori e i suoni si rispondono - e in quel momento, immerso nel profumi, colori e suoni della campagna, ho sentito che lo stesso Baudelaire mi guidava dall'alto, è stato un momento bellissimo e come ricorda a tutti il grande poeta: "le emozioni più belle sono quelle che non sai spiegare".

In precedenza l'artista italiano aveva ricreato su un terreno di campagna una maxi opera d’arte visibile dal cielo dedicata a Sputnik V, il vaccino russo anti-Covid che in Italia fa tanto discutere, con molti che ne chiedono l'autorizzazione in tempi rapidi ed altri, tra cui il premier Mario Draghi, che invece invitano alla prudenza e aspettano il via libera dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook