04:11 18 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
223
Seguici su

Il governatore del Lazio, che poco più di una settimana fa aveva annunciato la sperimentazione del vaccino russo allo Spallanzani di Roma sulle varianti e come dose di richiamo per altri sieri anti-Covid simili, sottolinea che "non andiamo avanti da soli", ma allo stesso tempo esorta l'Ema a velocizzare la valutazione dello Sputnik V.

Mentre i governatori di Sicilia e Campania Musumeci e De Luca spingono per l'acquisto e l'autorizzazione all'uso di emergenza del vaccino russo Sputnik V, paventando di andare avanti da soli, il presidente del Lazio assume una posizione più moderata sulla questione.

"Secondo me non c'è bisogno di andare avanti da soli, il governo ha detto che si aspetta l'autorizzazione dell'Ema, dunque dell'Aifa, per procedere con l'acquisto. Io però ribadisco che Ema dovrebbe correre su queste verifiche e autorizzazioni. Rispetto alla valutazione, quale essa sia, dovrebbe avere tempi meno biblici, anche in questo caso", le parole di Zingaretti a Rai Radio 1.

Poco più di una settimana lo stesso Zingaretti aveva annunciato la sperimentazione del vaccino russo allo Spallanzani di Roma sulle varianti e come dose di richiamo per altri sieri anti-Covid simili.

Oggi il presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, si è dichiarato pronto ad acquistare il vaccino russo Sputnik: "Se i vaccini dovessero tardare dai canali ufficiali, non avremmo difficoltà a guardare altrove”.

Ieri il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, aveva risposto senza peli sulla lingua alle osservazioni prudenti di Draghi su Sputnik V, invitando il Governo a non dare numeri a vanvera ma ad agire. Nella polemica era intervenuto anche Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, che sostanzialmente aveva difeso le ragioni di Palazzo Chigi.

Mentre in Italia imperversano le discussioni sull'opportunità di usare il vaccino del Centro Gamaleya, nella giornata di ieri il titolare della Sanità di San Marino ha dichiarato di giudicare positiva l'esperienza di Sputnik V nella campagna di vaccinazione, rilevandone l'assenza di effetti collaterali gravi e l'efficacia, affermando testualmente che di questo siero anti-Covid "c'è da fidarsi".

Tags:
Russia, Coronavirus, vaccino, Italia, Nicola Zingaretti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook