04:17 15 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
495
Seguici su

L'immunità di gregge in Italia contro la Covid-19 dovrebbe essere raggiunta tra agosto e settembre secondo il professore Crisanti. Ma c'è chi dice anche prima.

L’obiettivo della campagna vaccinale è l’immunità di gregge, ovvero avere un numero sufficiente di persone vaccinate che hanno gli anticorpi contro Sars-CoV-2, per “difendere” anche quanti non risultano essere ancora vaccinati (esempio popolazione sotto i 16 anni).

Secondo il professore Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Università di Padova, giungeremo a questa immunità di gregge tra agosto e settembre di quest’anno.

“Finalmente è una previsione realistica. Gli esperti hanno detto sempre tra fine agosto e settembre, quindi penso che a quel punto saremo vicini all’immunità di gregge”, ha detto partecipando in collegamento alla trasmissione di Rai 3, ‘Agorà’.

Crisanti contro gestione regionale campagna vaccinale

Crisanti si è espresso anche a proposito della campagna vaccinale in corso in Italia, affermando che:

“Bisogna prendere esempio dagli inglesi: unirsi, superare le difficoltà e dopo fare i conti. Le Regioni hanno dimostrato tutta la fragilità di questo sistema, perché non si può fare ognuno come vuole di fronte a una emergenza di questo genere”.

​Immunità di gregge in Europa

Secondo il Commissario UE ai vaccini, Thierry Breton, l’Unione Europea raggiungerà nel suo insieme l’immunità di gregge il 14 luglio prossimo.

“Entro il prossimo 14 luglio” l’Europa sarà immunizzata ha spiegato Breton parlando con il quotidiano Le Figaro e Rtl.

Questo risultato, secondo il Commissario, sarà raggiunto grazie all’arrivo di 360 milioni di dosi di vaccino entro la fine di questo trimestre, “che diventeranno 420 milioni nel mese di luglio”.

Con queste quantità di vaccini, potremo “cominciare a parlare di immunità collettiva”, ha concluso Breton.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook