19:23 14 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
2107
Seguici su

Il premier inviterà i Presidenti delle Regioni a lavorare tutti insieme per imprimere un cambio di passo alla campagna vaccinale dopo i ritardi e gli errori nelle somministrazioni, "difficili da accettare".

Il vertice delle prossime ore prevede la presenza di Draghi, i ministri Speranza e Gelmini, il commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo, il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e i rappresentanti delle Regioni. 

Arriva mentre il governo è impegnato a mettere a punto il decreto legge con le misure in vigore dopo Pasqua, che dovrebbe essere pronto a metà settimana e potrebbe prevedere la possibilità, se i dati lo consentiranno, di riaprire alcune attività prima di maggio, a partire da bar e ristoranti.

L'incontro servirà a implementare il piano di vaccinazione nazionale, seguendo la strategia di Figliuolo: hub e punti vaccinali nelle città, postazioni mobili per raggiungere paesi e zone più isolate.

Proprio il commissario per l'emergenza ha annunciato l'arrivo di oltre un milione di dosi di Pfizer, oltre 500 mila di Moderna e 1,3 milioni di AstraZeneca, che dovrebbero determinare la svolta in questo ambito.

Le Regioni porteranno le loro richieste, prima tra tutte la redistribuzione delle dosi in base alla popolazione, ribadendo comuni interessi e obiettivi.

Al fine di perseguirli e raggiungerli, lo Stato è pronto ad intervenire anche con militari e volontari, senza però - come ha assicurato Draghi - "mettere divieti e minacciare misure".

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook