20:23 12 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
1215
Seguici su

Cambiano i colori delle regioni, ma dopo la Pasqua in lockdown non ci saranno zone gialle o bianche fino a fine aprile. Ecco cosa si potrà fare da lunedì.

Da sabato prossimo l’Italia si tingerà interamente di rosso per tre giorni. Durante il lockdown di Pasqua saranno banditi pic-nic all’aperto, aperitivi e pranzi al ristorante, ma sarà consentito, come per le festività natalizie, spostarsi una volta al giorno verso le abitazioni di amici e parenti.  

Da martedì 6 molte regioni cambieranno colore e tutta la penisola si dividerà tra zone arancioni e rosse almeno fino alla fine del mese di aprile. Secondo Repubblica, Valle d’Aosta, Calabria e Toscana si aggiungeranno alla lista delle regioni rosse, che conta già Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Puglia e Campania.

Quest’ultima regione potrebbe virare verso l’arancione il prossimo 7 aprile mentre il Lazio uscirà dal lockdown il 30 grazie al calo dei contagi. Restano arancioni la provincia autonoma di Bolzano assieme a Liguria, Umbria, Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata e Sicilia.

Su tutto il territorio nazionale resterà in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, salvo spostamenti per motivi di lavoro, necessità o salute. Ma quali saranno le regole fino al 7 aprile, quando entrerà in vigore il nuovo Dpcm? Intanto per spostarsi servirà sempre l’autocertificazione, anche in zona arancio.

Spostamenti

Fatta eccezione per Pasqua quando sarà possibile per una sola volta al giorno e massimo in due persone esclusi i minori di 14 anni e le persone non autosufficienti l’abitazione di amici o parenti, gli spostamenti non dovuti a motivi di necessità, lavoro o salute restano vietati dal 6 aprile.

In zona arancione, invece, sono consentite, massimo una volta al giorno in due persone, all’interno dello stesso comune.  

Seconde case

Gli spostamenti verso le seconde case per il solo nucleo convivente sono consentiti anche in zona arancione o rossa. L’abitazione deve essere di proprietà o in affitto a lungo termine con contratto sottoscritto prima del 14 gennaio del 2021.

Tuttavia alcune regioni hanno scelto di limitare questa possibilità, come la Campania, che ha vietato gli spostamenti verso le seconde case da giovedì 18 marzo a lunedì 5 aprile, salvo per “motivi di urgenza o necessità”.

Scuole

Fino al 6 aprile restano chiuse le scuole in zona rossa, dagli asili nido alle superiori. Riapriranno i battenti nel Lazio ma solo per pochi giorni, visto che il 3 aprile dovranno chiudere di nuovo.  
Bar e ristoranti

Bar e ristoranti resteranno chiusi con possibilità di lavorare con le consegne a domicilio e l’asporto, fino alle 22 per i ristoranti, fino alle 18 per i bar. Lo stesso varrà per il lockdown di Pasqua.

Negozi e parrucchieri

Parrucchieri, barbieri e centri estetici dovranno rimanere con le serrande abbassate in zona rossa mentre potranno restare aperti nelle regioni arancioni. Anche i negozi che vendono beni non essenziali in zona rossa dovranno restare chiusi, mentre resteranno aperti in zona arancione.

Sempre operativi, invece, negozi di alimentari, supermercati, farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccai, negozi di elettronica, ferramenta e negozi di abbigliamento per bambini. Stop anche a mostre e musei sia in zona rossa che in arancione.

Attività fisica

Via libera anche in zona rossa all’attività fisica all’aperto, ma nei pressi della propria abitazione e rispettando il distanziamento. Palestre e piscine chiuse in zona rossa mentre in arancione via libera agli allenamenti all’aperto anche all’interno di centri o circoli sportivi.

Anche i parchi restano aperti, a meno che i comuni non prendano decisioni più restrittive.

Correlati:

La scuola potrebbe riprendere dopo Pasqua con tamponi salivari
Covid, Italia zona rossa tutto aprile. Salvini invoca la riapertura e Draghi risponde
Speranza: "Priorità ai vaccini". Salvini contrario: "Riapertura possibile dopo Pasqua"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook