21:20 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
324
Seguici su

Le religiose contagiate dell’istituto Suore Zelatrici del Sacro Cuore dell'Aquila sarebbero almeno venti: tutte avevano ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid.

Sono almeno venti le suore della casa famiglia di San Gregorio e della casa di ospitalità San Giuseppe dell’Aquila risultate positive al Covid nonostante avessero ricevuto la prima dose del vaccino.

Un possibile focolaio che preoccupa le istituzioni cittadine. Anche perché le religiose erano già parzialmente immunizzate. Per questo nei giorni scorsi il sindaco del capoluogo ha ordinato la chiusura, fino al 6 aprile prossimo, della scuola dell’infanzia che si trova all’interno dell’istituto Suore Zelatrici del Sacro Cuore, disponendo la quarantena per ospiti ed operatori.

Secondo le prime ricostruzioni il contagio potrebbe essere partito dalla casa famiglia di San Gregorio, aperta alle visite dei familiari dei bambini che vivono della struttura. La Asl, come riferisce Il Messaggero, ora sta lavorando al tracciamento dei contatti, sottoponendo tutti, bambini compresi, al tampone molecolare, per risalire all’inizio della catena di trasmissione.

Il virus si è poi diffuso anche tra le religiose della casa di ospitalità San Giuseppe, appartenenti alla stessa famiglia, nonostante a tutte le suore, che operavano anche all’interno della scuola, fosse già stato somministrato il primo richiamo del vaccino anti-Covid. Positivo anche il parroco di San Gregorio, Don Antonio Marcocci.

Il contagio, ipotizza lo stesso quotidiano, potrebbe essere spiegato con il fatto che la somministrazione del vaccino fosse avvenuta di recente.

È probabile, quindi, che le religiose si siano infettate subito dopo l’inoculazione della prima dose del preparato, senza che il loro organismo avesse sviluppato una quantità sufficiente di anticorpi.

Un altro caso di contagio dopo la vaccinazione anti-Covid era stato registrato sempre nei giorni scorsi in una Rsa di Cremona, dove 15 anziani che avevano già ricevuto entrambe le dosi del vaccino Pfizer sono risultati positivi al tampone.

Non è chiaro, scrive l’Ansa, se gli ospiti si siano contagiati nel periodo trascorso tra i due richiami. In ogni caso, la maggioranza ha contratto il Covid in forma lieve: tutti sono al momento asintomatici mentre per due di loro è stato necessario il ricovero in ospedale.

Correlati:

Covid, operatore sanitario primo contagiato in Cina da febbraio: era stato vaccinato
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook