09:09 14 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
71412
Seguici su

Il sabato di Pasqua 500 parrocchie siciliane metteranno a disposizione i loro locali per la vaccinazione di persone in fascia d'età compresa fra 69 e 79 anni.

L'assessorato alla Salute della regione Sicilia ha siglato un accordo con la Conferenza Episcopale Italiana (Cei) per coinvolgere le parrocchie nella campagna di vaccinazione.

Si parte il prossimo 3 aprile, il sabato di Pasqua, con 20 parrocchie di Trapani e altri comuni della provincia, Agro Ericino e Agro Trapanese, Valderice, Custonaci, Favignana, Castellammare del Golfo e Alcamo. 

Le adesioni non arrivano solo dal trapanese. Anche le parrocchia dei Santissimi Pietro e Paolo di Petralia Sottana, comune delle Madonie in provincia di Palermo, renderà disponibili i suoi locali per la somministrazione dei vaccini. 

Come funziona l'iniziativa

  • Il piano prevede l'adesione di 500 chiese in tutta l'isola, che diventeranno per un giorno centri di vaccinazione.
  • Ogni parrocchia somministrerà sino a 100 dosi di AstraZeneca ad un target incluso nella fascia d'età tra i 69 e i 79 anni.
  • La vaccinazione sarà effettuata se ci sarà un minimo di 50 prenotazioni 
  • Per prenotare si dovrà contattare la parrocchia stessa. 

La situazione in Sicilia

Cresce il numero di casi e di decessi nell'isola, in zona arancione, con 765 casi e 22 decessi registrati nella giornata di mercoledì. I guariti invece sono 845.

Nonostante la relativa crescita rispetto al giorno precedente, quando erano stati accertati 751 casi e 20 decessi, si alleggerisce il carico di ospedali e terapie intensive. I ricoveri così come i posti letto in rianimazione calano di due unità. 

Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione, in Sicilia sono state somministrate 684.858 dosi, pari all'88% del totale di 778.525 dosi ricevute. La regione è undicesima per il rapporto tra vaccini somministrati sul totale delle dosi.

 

Tags:
Coronavirus, vaccino, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook