04:17 16 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Una scossa di bassa intensità ma molto superficiale si è prodotta nelle prime ore di giovedì mattina a pochi chilometri dal centro abitato di Sant'Alfio, nel catanese.

Un terremoto di lieve entità ha interessato la Sicilia Nord Orientale nelle scorse ore. La scossa si è verificata alle 3.20 ora italiana di giovedì 25 marzo alle pendici dell'Etna, sul versante orientale del vulcano.

Probabilmente legato all'intensa attività dell'Etna, l'epicentro del sisma è stato individuato poco distante dal comune di Sant'Alfio, in provincia di Catania, a soli 2 chilometri Nord Ovest dal centro abitato, in un'area di villeggiatura.

Il terremoto è stato rilevato dalla sala sismica dell'Osservatorio Etneo dell'INGV di Catania.

La scossa si è prodotta ad una profondità di 6 chilometri con una magnitudo di 2,6, ma è stata avvertita in diversi comuni della fascia jonico-etna, già interessati dalle eruzioni dell'Etna dell'ultimo mese. La superficialità dell'ipocentro, infatti, ha consentito alla scossa di propagarsi e ed essere percepita anche a Giarre, Riposto, Milo, Mascali, Valverde sino alle porte di Catania, secondo i dati forniti dal servizio dell'INVG "Hai sentito il terremoto?".

Fortunatamente il lieve tremore non ha causato alcun danno ad abitazioni ed infrastrutture. 

Nei giorni precedenti il comune di Sant'Alfio era stato epicentro di una serie di eventi sismici di lieve entità, il più intenso dei quali ha raggiunto una magnitudo di 2,8 gradi, avvenuti tra il pomeriggio del 20 e la giornata del 21 marzo. 

Tags:
terremoto, Etna, Catania, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook