10:41 17 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
123
Seguici su

Pierdomenico Vannini, dopo aver chiesto ripetutamente al medico di famiglia informazioni sul vaccino ed essersi sentito rispondere di dover pazientare, ha chiesto alla figlia di inviare una lettera al governatore Giani ed al sindaco Nardella e alla fine ha chiesto alla nipote di diffondere il suo appello tramite i social.

Dopo un anno passato in casa, dalla quale esce solo per andare in farmacia e a fare la spesa per proteggere lui e la moglie Marinella, 77enne immunodepressa, l'uomo ha chiesto al proprio medico di base più volte di farsi vaccinare ma gli è stato detto di pazientare e disperato ha chiesto alla figlia di scrivere una lettera al Presidente di Regione Eugenio Giani e al sindaco di Firenze Nardella. L'uomo ha poi preso un cartello e si è fatto fare una foto dalla nipote Matilde per diffonderla sui social.

"82 anni, ancora non vaccinato e ne ho parecchi davanti" questa la protesta di Pierdomenico Vannini, pensionato di Gavinana (Firenze) che per anni ha lavorato come autista a Palazzo Vecchio.

Il post della nipote Matilde

"Mio nonno ha 82 anni ed è in ansia perché ancora non è stato vaccinato con la prima dose. La sua è diventata una fissazione tanto da parlare solo di questo. Guarda la TV ed è preoccupato e arrabbiato delle notizie che sente, come... "non abbiate remore, VACCINATEVI" e..."da oggi a fine aprile moriranno più di 10.000 persone per il covid", scrive Matilde su Instagram.

Il post della nipote continua spiegando come suo nonno sia arrabbiato perché le altre "liste" di vaccinazione in Toscana, come quelle relative agli operatori sanitari, al personale scolastico e agli uffici giudiziari, stiano andando più veloci rispetto a quella degli over 80.

"La sua Dottoressa non sa quando a mio nonno toccherà il suo turno del vaccino, ci sono più di 100 persone over 80 in lista prima di lui. Nessuno è in grado di dargli una data certa per la vaccinazione. Comprendo bene che stanno vaccinando tanti anziani in base alla data anagrafica, ma comprendo anche lo stato d'animo di mio nonno che non sa quando sarà vaccinato e questo gli crea ansia, rabbia, preoccupazione" scrive Matilde.

La paura più grande del nonno, come scrive la nipote, è quello di prendere il Covid e contagiare sua nonna di 77 anni che è gravemente immunodepressa e necessita di infusioni mensili di immunoglobuline e che anche lei non sa quando potrà vaccinarsi.

"Mi sembra un'ingiustizia che una persona anziana debba attendere ancora non si sa per quanto il vaccino e che stia male per questo. Gli anziani sono fragili ed impauriti e vedono "passare avanti" categorie di età più giovani perché organizzate meglio. Sono stati contattati per una segnalazione (tramite mail) anche il Sindaco di Firenze, il Presidente della Regione Toscana e l'Assessore alla sanità regionale ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta" continua Matilde.

Secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute, ad oggi risultano 8.346.445 le persone che in Italia hanno ricevuto la prima dose di vaccino. In Toscana sono 532.612 le dosi che sono state somministrate.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook