04:40 15 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
951
Seguici su

Gli italiani sono ancora disposti a farsi vaccinare contro il coronavirus o hanno perso la fiducia? Ecco cosa dice il sondaggio appena pubblicato.

A quanto pare l’impatto della vicenda AstaZeneca non sembra avere avuto un impatto negativo significativo sulla popolazione italiana.

Secondo il sondaggio pubblicato dal Corriere della Sera, solo il 39% degli italiani ha considerato necessaria la sospensione temporanea dell’AstraZeneca, mentre il 38% l’ha ritenuta corretta, ed un 13% l’ha giudicata invece eccessiva.

Rispetto alla scorsa settimana, quindi, gli italiani disposti a farsi vaccinare appena possibile sono il 52%, ovvero soltanto il 5% in meno. Questa percentuale divenuta più cauta fa così passare dal 23% al 28% il numero di coloro che vogliono aspettare un di più prima di vaccinarsi. Aumentano, però, anche i non disposti a farsi vaccinare, che salgono dal 9% all’11%.

Analizzando i dati del sondaggio sulla campagna vaccinale da un punto di vista dell’appartenente politica, si scopre che l’Italia si orienta in base all’appartenenza politica.

Così il 66% degli elettori di Fratelli d’Italia e il 63% della Lega, sono assai critici su come è stata condotta fino a ora la campagna vaccinale, incolpando ora Conte, ora l’Europa, ora i produttori che non hanno consegnato le dosi, ed anche Draghi.

In particolare è la lentezza della campagna vaccinale a far levare le maggiori critiche tra gli italiani, tuttavia un segno positivo che indica come i cittadini siano in gran parte disponibili a farsi somministrare il vaccino contro il coronavirus.

Ma quando gli italiani credono che saranno vaccinati? Il 36% crede entro settembre, il 22% ritiene che sarà vaccinato entro fine giugno, un altro 14% entro l’estate e il 12% nel prossimo anno. Ma uno su quattro non ha idea.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook