04:51 15 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
51233
Seguici su

L'Ema spiega nel dettaglio la situazione del vaccino AstraZeneca alla luce dei casi di coaguli del sangue e pur non trovando legami diretti, nel foglietto illustrativo fa aggiungere delle indicazioni.

Ieri Ema ha reso noto il suo parere sul vaccino AstraZeneca e scritto nero su bianco che “i benefici superano i rischi nonostante possibili collegamenti con rare trombosi”.

“Possibili”, perché l’Ema afferma che il vaccino non è associato con un incremento del rischio di eventi tromboembolici in quanti hanno ricevuto la dose di vaccino.

Tuttavia “il vaccino potrebbe essere associato con rarissimi casi di coaguli di sangue associati con trombocitopenia, cioè bassi livelli di piastrine (elementi nel sangue che lo aiutano a coagulare) con o senza sanguinamento, inclusi rari casi di coaguli nei vasi che drenano il sangue dal cervello (CVST)”.

Le avvertenze nel nuovo foglio illustrativo

Ecco allora la decisione di modificare il foglietto illustrativo che accompagna le confezioni del vaccino, dove tra gli effetti indesiderati vengono aggiunti alcuni eventi che il paziente dovrà monitorare e riportare al medico in caso di insorgenza post somministrazione della dose di vaccino AstraZeneca.

Tra questi eventi da riportare al medico troviamo:

  • affanno;
  • dolore al petto o allo stomaco;
  • gonfiore o freddo a un braccio o una gamba;
  • ma di testa grave o in peggioramento;
  • visione offuscata;
  • sanguinamento persistente;
  • piccoli lividi multipli;
  • macchie rossastre o violacee o vesciche di sangue sotto la pelle.

Questo pomeriggio in Italia riparte la vaccinazione con AstraZeneca.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook