03:43 15 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Il nuovo ministro del Turismo, in audizione al Senato sul Recovery Fund, ha parlato dei numerosi strumenti da adottare per far ripartire l'Italia ed uno dei suoi settori di punta, il turismo.

In audizione presso le Commissioni riunite Bilancio e Politiche Ue del Senato sul Recovery, il nuovo dicastero Massimo Garavaglia ha parlato dei modi in cui possiamo far ripartire il turismo, settore tra i più colpiti della pandemia.

"Ampliare strumenti esistenti, come il tax credit e allargare il bonus facciate non solo al centro storico e non alla sola facciata. Inoltre ampliare il 110% anche per strutture ricettive, non solo per una maggiore efficienza energetica. Si potrebbe usare questo strumento per non rinviare più l'antincendio" ha affermato Garavaglia.

​Trasformazione digitale: grande opportunità per il turismo

Secondo quanto affermato da Garavaglia durante l'audizione, trasformazione digitale del sistema turismo rappresenta un'opportunità da cogliere.

"(La trasformazione digitale rappresenta, ndr) una rivoluzione che può portare valore aggiunto a tutta la filiera. Quasi la metà dell'e-commerce è relativa al turismo e questo ci fa capire quanto possiamo migliorare con il digitale. Il portale italia.it può diventare il soggetto aggregatore di tutto quello che esiste ed esisterà sia a livello pubblico sia a livello privato" ha sottolineato il ministro.

Garavaglia ha poi aggiunto che si tratta di un'opportunità che dà possibilità di sviluppare nuove tipologie di offerta e tante nuove realtà imprenditoriali e ha spiegato che il ministero è già pienamente operativo e nel prossimo Cdm ci sarà il Regolamento organizzativo. Tuttavia, "il perimetro è ancora tutto da definire perché il tema dell'industria del turismo riguarda tantissimi settori" ha concluso Garavaglia.

Negli scorsi giorni il ministro ha visitato la nave da crociera Msc Grandiosa per conoscere il protocollo sanitario anti-Covid in vista di un turismo estivo che andrà affrontato con cautela.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook