11:14 23 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Un bambino di 7 anni è stato sottoposto con successo ad un trapianto di cuore dopo aver atteso 525 giorni, collegato ad un cuore artificiale, nell'ospedale Regina Margherita della Città della Salute di Torino.

L'evento è stato definito come il tempo di impianto più lungo tra i piccoli "eroi" della Cardiochirurgia pediatrica dell'ospedale infantile torinese: un anno e mezzo, dopo il quale il piccolo di 7 anni, di origine marocchina, è stato sottoposto all'intervento per un cuore nuovo all'ospedale Regina Margherita della Città della Salute di Torino. Il bambino sta bene ed è già stato dimesso.

L'avventura del piccolo inzia nel 2019, anno in cui il bambino inizia ad avere i sintomi di insufficienza cardiaca. Con la madre raggiunge il padre che si trova in Liguria e, dopo un breve periodo di degenza in un altro ospedale pediatrico, viene trasferito in elicottero al Regina Margherita di Torino.

Non appena il piccolo giunge nella Terapia intensiva cardiochirurgica, il suo cuore si ferma. Dopo essere stato rianimato e sottoposto alla circolazione extra-corporea, gli viene impiantato un cuore artificiale Berlin Heart che gli consente di riprendersi.

Il piccolo ha passato in ospedale 525 giorni in attesa di un trapianto. L'attesa è finita quando l'équipe dei cardiochirurghi pediatrici, diretta dal dottor Carlo Pace Napoleone lo ha sottoposto a trapianto di cuore. Dopo alcuni giorni trascorsi in ospedale per i dovuti controlli, il piccolo è potuto tornare a casa.

Negli scorsi giorni un altro trapianto effettuato a Torino è stato da record: si è trattato di un uomo di 80 anni che ha donato un rene al figlio 53enne, affetto da glomerulonefrite e a rischio dialisi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook