20:13 22 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
120
Seguici su

Complessivamente i 74 soggetti hanno causato un danno all'erario pari a oltre 1,2 milioni di euro.

La Guardia di Finanza del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del Gruppo di Palermo ha fatto luce su un caso di truffa ai danni dell'erario perpetrata da parte di 74 individui, i quali percepivano regolarmente il reddito di cittadinanza a dispetto del fatto che avessero dei redditi, che avessero vinto al gioco ed effettuato transazioni per somme importanti. A darne notizia, quest'oggi, è il Giornale di Sicilia.

In particolare, i soggetti hanno omesso di dichiarare vincite al gioco per importi consistenti e comunque superiori a 20 mila euro, hanno omesso di dichiarare di essere percettori di redditi esenti per importi superiori a 6.000 euro, oltre alla dichiarazione di un patrimonio immobiliare diverso dalla prima casa per un valore superiore ai 30.000 euro.

Complessivamente, gli indagati sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Palermo e segnalati all'Inps per l’irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio e per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite, complessivamente pari a 1.209.503,27 euro.

Alla fine del mese di gennaio le Fiamme Gialle avevano fatto scattare la denuncia per altri 78 'furbetti' del reddito di cittadinanza, tutti residenti a Catania e in provincia, i quali avevano causato un danno complessivo all'erario per 1,2 milioni di euro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook