02:40 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
142222
Seguici su

Il ministro della Salute annuncia che i risultati di chiusure e vaccinazioni si vedranno dalla seconda metà della primavera.

Il ministro della Salute Roberto Speranza difende le decisioni del governo sulle nuove zone a colori, con mezza Italia in “rosso” e soprattutto conferma che i vaccini sono tutti sicuri anche quello di AstraZeneca su cui negli ultimi giorni è stato mosso più di un dubbio, dopo alcuni casi non ancora direttamente correlati di reazioni avverse molto gravi.

In un’intervista a Repubblica, Speranza ricorda che nelle scelte di governo “il punto non è essere a prescindere rigoristi o aperturisti. Dobbiamo essere realisti e credo che questo governo lo sia”. Nella scelta dell’esecutivo hanno pesato le varianti, quella inglese soprattutto (il 54% dei casi), spiega Speranza: “È chiaro quindi che abbiamo bisogno di misure adeguate, capaci di piegare la curva”.

Il ministro sottolinea che sulla stretta anche le Regioni, anche quelle solitamente meno inclini alle chiusure, avevano “grande consapevolezza del quadro epidemiologico. Molti presidenti già nei giorni scorsi hanno preso provvedimenti restrittivi a livello locale”.

Per il titolare della Salute i “numeri sono netti” e “la variante inglese circola tra il 35 e il 40% più velocemente del ceppo originario”.

I primi risultati da metà maggio

Secondo Speranza le conseguenze positive delle chiusure e delle vaccinazioni “ci porta a pensare che già nella seconda metà della primavera avremo numeri in miglioramento”.

“Finalmente guardiamo con fiducia al futuro prossimo. Solo negli ultimi tre giorni abbiamo fatto in media 200mila vaccini al giorno. E cresceremo ancora. È difficile dire adesso quale sarà l’ora x della svolta, ma i risultati inizieranno a vedersi presto”, sottolinea.

I vaccini sono sicuri

Dopo il blocco del lotto del vaccino AstraZeneca e l’apertura di diverse inchieste in casi di decessi o reazioni gravi potenzialmente collegati al farmaco il ministro vuole rassicurare gli italiani sulla sicurezza del preparato: “Ho piena fiducia delle nostre agenzie regolatorie, l’europea Ema e l’italiana Aifa. I vaccini in Italia e in Europa sono tutti efficaci e sicuri, ma ciò non toglie che continueremo a verificare e controllare tutto con la massima attenzione”.

E per la campagna vaccinale Speranza spiega che si sta lavorando per coinvolgere i pediatri, gli odontoiatri e gli specialisti ambulatoriali “appena avremo più dosi disponibili”.

Tags:
vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook