16:59 10 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
3510
Seguici su

Dopo l'inoculazione a 173 pazienti, sospesa la somministrazione del lotto del vaccino AstraZeneca ABV2856 utilizzato nel centro vaccinale gestito dall'esercito a Cosenza.

Sospesa la somministrazione del vaccino contro il Covid-19 nel centro vaccinale gestito dall'Esercito a Cosenza.

La decisione è giunta in seguito alla comunicazione dell'Aifa, che ha vietato l'utilizzo di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, finora inoculato al personale scolastico.

Sarebbero 173 i pazienti a i quali è stato somministrato il vaccino appartenente a tale lotto, che ora verranno seguiti tramite farmacovigilanza dall'Asp di Cosenza.

Il suo direttore, Martino Rizzo, ha comunque sottolineato che si tratta di una misura cautelativa, presa in seguito a segnalazioni di effetti negativi rilevati da alcuni pazienti dopo aver assunto il vaccino, la cui responsabilità non è stata ancora accertata.  

"I pazienti sono sotto osservazione come da procedura e ci segnaleranno l'insorgenza di qualunque effetto collaterale. Vorrei precisare che si tratta di un ritiro cautelativo perché c'è una correlazione tra la somministrazione del vaccino e un evento negativo, ma non c'è la certezza che il vaccino somministrato abbia scatenato l'evento negativo", ha detto, citato dall'Ansa.

Rizzo ha anche garantito che si sta provvedendo alla sostituzione delle dosi del lotto per non frenare la campagna di vaccinazione, poiché - ha specificato - "le dosi di vaccino AstraZeneca appartenenti al lotto bloccato erano state consegnate esclusivamente al centro vaccinale gestito dall'Esercito italiano". 

Preoccupazioni espresse anche dai medici dell'hub vaccinale di Catanzaro, che segnalano diversi annullamenti delle prenotazioni per il vaccino in seguito alla notizia.

Negli ultimi giorni sospensioni del vaccino AstraZeneca sono state decretate in molti paesi europei, tra cui oggi Danimarca, Norvegia ed Islanda.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook