00:45 17 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Nessun positivo registrato nel corso della prima giornata di controlli effettuati da Regione Sardegna nell'ambito della campagna di protezione della zona bianca.

E' partita nelle scorse ore ad Alghero la campagna di protezione della Zona Bianca messa in atto da Regione Sardegna.

Al termine della prima giornata di test presso l'aeroporto Riviera del Corallo non sono stati registrati positivi tra i 213 passeggeri sbarcati in provenienza da Milano e Roma.

Buona parte dei passeggeri sbarcati erano muniti della documentazione necessaria riguardante la vaccinazione o il certificato di negatività rilasciato entro le 48 ore precedenti. Altri, invece, sono stati sottoposti al tampone rapido o alla quarantena obbligatoria.

Soddisfazione da parte del sindaco della città Mario Conoci, che a margine di un incontro con il DG della Sogeal Alberto Perini, ha esternato le sue prime valutazioni sull'andamento della campagna:

"C’è una sinergia che funziona bene, tra personale dell’Ats  e dell’aeroporto, l’operatività è stata da subito alta, e questo è un buon risultato che va nella direzione che tutti auspichiamo”, ha dichiarato il primo cittadino di Alghero.

La campagna di protezione della Sardegna come zona bianca

A partire da ieri, 8 marzo, tutti coloro che entrano in Sardegna sono tenuti a presentare un test Covid effettuato entro i due giorni precedenti dell’imbarco o sottoporsi a test rapido appena giunti in Sardegna.

La decisione è stata presa dal governatore Christian Solinas, il quale ha così voluto difendere la conquista della zona bianca da parte della Sardegna, unica tra le Regioni d'Italia ad aver ottenuto dal Ministero della Salute l’autorizzazione a passare in questa fascia che consente una maggiore libertà non solo alle persone, ma anche alle attività commerciali.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от @regioneautonomasardegna

Le modifiche alle zone in Italia

Il governo ha imposto a partire da ieri l'allargamento della zona rossa e l'inserimento di 10 regioni in fascia di rischio medio alta.

La Campania è entrata in zona rossa assieme e Molise e Basilicata, mentre Veneto, Friuli Venezia Giulia passano da giallo ad arancione, aggiungendosi ad altre 8 regioni, oltre alle province autonome di Trento e Bolzano.

L'Emilia Romagna resta in arancione scuro ma Ravenna, Forlì, Cesena-Rimini da oggi diventano zona rossa e si vanno ad aggiungere all'area metropolitana di Bologna, in rosso da giovedì.

Restano in zona gialla Calabria, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d'Aosta, mentre la Sardegna è l'unica in zona bianca.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook