18:10 14 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
7242
Seguici su

Il Segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, ha annunciato le sue dimissioni da segretario del partito in un post su Facebook.

"Visto che il bersaglio sono io, per amore dell'Italia e del partito, non mi resta che fare l’ennesimo atto per sbloccare la situazione. Ora tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità. Nelle prossime ore scriverò alla Presidente del partito per dimettermi formalmente. L’Assemblea Nazionale farà le scelte più opportune e utili", si legge nel post.

 

Stillicidio, caricature delle posizioni, attacchi interni anche da parte di chi ha condiviso le scelte di questi ultimi due anni. Sono le parole che Zingaretti usa per descrivere la situazione interna al Partito Democratico.

"Ma il Pd non può rimanere fermo, impantanato per mesi a causa in una guerriglia quotidiana. Questo, sì, ucciderebbe il Pd", scrive Zingaretti.

Il Partito Democratico si destabilizza e rischia di disarticolarsi del tutto in piena pandemia, mentre "c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni", scrive Zingaretti nel post che annuncia le sue dimissioni da segretario del Partito Democratico.

"Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie", esordisce Zingaretti prima di arrivare al dunque del suo discorso, le dimissioni.

Secondo quanto riportato dall'Adnkronos, i gruppi parlamentari del PD non sapevano niente della decisione di Zingaretti.

"Stamattina ci sono anche state delle riunioni al Nazareno ma non c'era niente di simile nell'aria", secondo l'Adnkronos.

Pochi giorni fa, un altro ex del Partito Democratico, Enrico Letta, aveva detto che "il Covid ha dato l’ultimo colpo alla credibilità dei partiti” e che questi hanno toccato il fondo.

Reazioni

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha detto su Twitter: "Spiace che il PD abbia problemi interni che costringono Zingaretti a dimettersi, ma noi oggi stiamo lavorando coi ministri Lega per produrre vaccini in Italia, rottamare 65mln di cartelle, far arrivare rapidamente i rimborsi attesi a 3mln di Partite Iva. Dalle parole ai fatti".

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha scritto in un tweet: "Non entro nelle dinamiche interne di altri partiti e non lo farò nemmeno col Pd. Ammetto, però, che dopo anni di malgoverno e dopo gli ultimi scandali sulle mascherine, avrei commentato volentieri le dimissioni di Nicola Zingaretti da Presidente della Regione Lazio...".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook