03:53 20 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
0 0 0
Seguici su

A dirlo è il Qs World University Rankings by Subject, che inserisce gli atenei italiani tra i migliori al mondo nel campo della Medicina e degli Studi Classici. Il nostro Paese tra i primi anche nella ricerca sul Covid: "Italia è stata in prima linea negli sforzi per comprendere, monitorare, prevenire e trattare questa minaccia unica”.

Nonostante i pochi fondi per la ricerca, i risultati raggiunti dalle università italiane sono riconosciuti a livello mondiale, con il nostro Paese che si classifica quarto a livello globale per gli studi sul Covid.  

A dirlo è il QS World University Rankings by Subject, che ha stilato la lista delle migliori università del globo attraverso un database scientifico, “Scopus”, che calcola la produzione scientifica degli atenei.

Per quanto riguarda la ricerca sul coronavirus l’Italia si piazza al quarto posto dopo Usa, Cina e Regno Unito, e prima dell’India. "Essendo una delle prime nazioni ad essere esposta al coronavirus l'Italia è stata in prima linea negli sforzi di ricerca che stanno consentendo all'umanità di comprendere, monitorare, prevenire e trattare questa minaccia unica”, ha commentato Ben Sowter, vicepresidente della divisone Professional Services di QS, citato dall’agenzia Agi.

Non solo. I “preziosi studi di ricerca sul sequenziamento delle varianti, raccogliendo dati, e sviluppando vaccini”, hanno consentito a due atenei italiani, l’Università di Bologna e l’Università degli Studi di Milano di collocarsi tra i primi 100 al mondo per gli studi in Medicina, in cui il nostro Paese, secondo la stessa organizzazione è quinto nella classifica globale.

Le università italiane trionfano anche negli Studi Classici. Siamo il secondo miglior Paese al mondo dove studiare questa materia con 8 dei 50 migliori atenei per questo tipo di disciplina che si trovano nel nostro Paese.

La prima è la Sapienza, poi c’è l’Università di Pisa, al 18esimo posto, l’Università di Bologna, al 20esimo, l’Università degli studi di Napoli Federico II, Tor Vergata a Roma, la Ca' Foscari di Venezia, l’Università degli studi di Milano e la Scuola Normale di Pisa, nona in classifica. Prima di noi, per numero di università in top 50 ci sono solo gli Usa, con 12 atenei.

L'Italia, inoltre, è dodicesima al mondo come “miglior sistema di educazione superior”, superata in Europa solo da Germania, Paesi Bassi e Svizzera. Nella top 50 delle discipline tecnologiche o scientifiche il nostro Paese invece è assente, a parte che per l’informatica, con il Politecnico di Milano al 44esimo posto.

Nel campo del Management l’università Bocconi si classifica settima nella classifica mondiale, confermando la performance del 2020, e al 14esimo posto per 'Contabilità e Finanza', migliorando la sua posizione rispetto allo scorso anno.

“I risultati raggiunti dall’Italia quest'anno - è il commento di Sowter - dimostrano che, oltre ad offrire un'istruzione di prim'ordine a livello mondiale in materie storicamente presenti nei curriculum universitari le università italiane hanno saputo affrontare magistralmente anche le urgenti sfide contemporanee".

Correlati:

Ricerca Italiadecide, università italiane meglio di Francia, Cina e Stati Uniti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook