20:01 22 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
Di
0 20
Seguici su

Una pioggia di lapilli ha ricoperto i comuni etnei, dopo l'eruzione di domenica mattina. Un'artista siciliana ne ha approfittato per "dipingere" sulla cenere.

La coltre di terra nera che ha ricoperto i comuni ai piedi dell'Etna dopo l'intensa attività vulcanica di questa mattina è diventata la "tela" di un'artista. Angelica Finocchio, una giovane artista catanese, ha "dipinto" con la cenere dell'Etna caduta sul terrazzo di casa un bellissimo e malinconico volto di donna incorniciato fra riccioli neri di terra e lapilli. 

L'Etna e i suoi spettacolari fuochi pirotecnici, il mare e il promontorio di Taormina sono lo scenario su cui si affaccia il volto tracciato dalla "rina", come è chiamata la sabbia vulcanica dagli abitanti del luogo. 

"Una calamità naturale può essere occasione per esprimere le proprie sensazioni attraverso l'arte, dando forma alle ceneri e dalle ceneri farsi ispirare". Così ha risposto la Finocchio a una domanda di Sputnik Italia su cosa abbia ispirato la sua opera. 
Volto di donna disegnato con la sabbia dell'Etna dopo l'eruzione di domenica 28 febbraio 2021
Angelica Finocchio
Volto di donna dipinto con la cenere dell'Etna

L'opera è stata realizzata in poco tempo, "ci ho messo mezz'ora a farla", ha detto. Purtroppo, come le sculture realizzate sulla sabbia, non durerà a lungo. 

"Ci penserà mio figlio a distruggerla", ha pronosticato l'artista. 

La pioggia di lapilli

L'intensa attività stromboliana dell'Etna di domenica mattina ha sollevato una torre di cenere e fumo che, poco dopo ha provocato una pioggia di cenere e lapilli sui comuni sul versante orientale del vulcano. 

La nube nera si è spinta sino alla costa, ricoprendo di una coltre nera tutti i comuni, da Riposto a Santa Venerina e Zafferana. 

​La terra dell'Etna ha provocato disagi anche sull'autostrada A18 Messina - Catania. 

Tags:
Etna, Catania, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook