11:29 13 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
301
Seguici su

In un'intervista a La Stampa, l'ad di Pfizer Italia ha garantito l'impegno dell'azienda farmaceutica a consegnar le dosi previste nel primo trimestre e aumentare le consegne successive.

La Pfizer prevede di consegnare alla UE sino a 600 milioni di dosi di vaccino anti-Covid, ampliando le collaborazioni con i partner europei per i nuovi siti di produzione. Lo ha dichiarato l'ad di Pfizer Italia, Paivi Kerkola, in un'intervista a La Stampa

"Oltre alle 300 milioni di dosi previste entro l’anno ne arriveranno altre 200 milioni, con una stima di 75 milioni nel secondo trimestre, per un totale di 500 milioni entro fine 2021 e un’opzione per arrivare a 600 milioni", ha detto. 

La società conferma l'impegno con l'Italia a consegnare 40 milioni di dosi di vaccino, come stabilito in precedenza. Kerkala conferma anche l'obiettivo di Pfizer e Biontech di produrre 2 miliardi di dosi entro la fine dell'anno. 

"Il nostro stabilimento a Puurs in Belgio è stato ampliato e la produzione è più veloce. Consegneremo i vaccini previsti nel primo trimestre e molti di più nel secondo", ha aggiunto.

Pfizer, che sta rifornendo 60 paesi, inclusi quelli europei, amplierà le sue partnership e collaborazioni per produrre i vaccini in Europa. Allo stato attuale ha ricevuto il sostegno da Novartis, Sanofi e Merck Kgaa, per fornire più vaccini nel minor tempo possibile.

Novartis disponibile a produrre a Torre Annunziata

ovartis ha siglato una partnership con Pfizer per produrre i vaccini nell’impianto di Stein, in Svizzera. Il modello potrebbe essere replicato in Italia, nello stabilimento di Torre Annunziata. Lo ha dichiarato in un'intervista a Repubblica, Pasquale Frega, country president di Novartis in Italia e ad di Novartis Farma.

"Siamo pronti a dare il nostro contributo. Stiamo valutando in maniera seria quale sia la capacità esistente e i volumi che può generare il nostro stabilimento".

La società ha pianificato di investire nello stabilimento campano 20 milioni di euro entro i prossimi 4 anni. 

Tags:
vaccino, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook