02:51 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
1201
Seguici su

All'origine del gesto dell'imprenditore di Prato ci sarebbero le difficoltà economiche dovute alle chiusure anti-contagio. Il sindaco di Carmignano avvisa: "Insufficiente il sostegno alle categorie colpite dalla crisi".

Il titolare di un'agenzia di viaggio si è tolto la vita impiccandosi nel suo ufficio. E' successo questo giovedì a Seano, piccola località di Carmignano in provincia di Prato. Il corpo dell'uomo di 68 anni è stato rinvenuto giovedì nel pomeriggio. Alla base del gesto potrebbero esserci le difficoltà economiche dovute all'emergenza sanitaria, che ha colpito duramente il settore turistico, secondo quanto riferisce Il Tirreno.

Il biglietto d'addio

L'imprenditore, che gestiva da 25 anni l'agenzia assieme a una socia, ha lasciato un ultimo messaggio di addio e di scuse ai suoi familiari, ritrovato dai militari accorsi sul luogo. 

"Scusatemi, non ce la faccio più", queste sarebbero le ultime parole del 68enne, rivolte al fratello, alla sua socia e al padrone di casa. A quest'ultimo il titolare dell'agenzia avrebbe dovuto saldare diversi arretrati d'affitto. 

Il cordoglio della comunità

I cittadini di Carmignano sono sconvolti per il gesto disperato del titolare dell'agenzia di viaggio, divenuta punto di riferimento nella piccola comunità di Seano. 

Il sindaco di Carmignano, Edoardo Prestanti, si è recato sul posto pronunciando parole di cordoglio per il 68enne. 

"Questo tragico fatto sia conseguenza di una situazione nazionale critica, dove le attuali misure non sono sufficienti a tutelare le categorie di lavoratori maggiormente colpite", ha dichiarato il primo cittadino. 

La salma dell'agente di viaggio è stata consegnata alla famiglia per le esequie. 

Tags:
Toscana, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook