10:42 17 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
210
Seguici su

Presi i presunti rapinatori e assassini che a Foggia uccisero il titolare di un bar di 38 anni. Secondo la Procura i familiari sapevano ed hanno taciuto.

Lo scorso 17 settembre in 5 assalirono un bar di proprietà di Francesco Traiano 38 anni, lo uccisero con un fendente profondo in un occhio che non gli lasciò scampo, portando con sé 100 euro dalla cassa e qualche gratta e vinci.

Oggi la Polizia di Stato di Foggia ha arrestato cinque persone fortemente indiziate di aver commesso il delitto e la rapina. Sono anche indagate per ricettazione, incendio e favoreggiamento.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Ansa, tra gli arrestati c’è anche un minorenne, mentre gli altri componenti della banda hanno tra i 20 e i 24 anni e non sarebbero dei criminali legati alle organizzazioni malavitose di Foggia.

Le evidenze che il procuratore di Foggia Ludovico Vaccaro ha messo sul tavolo durante la conferenze stampa sono due.

Il primo riguarda l’utilità delle videocamere a fini investigativi: “Ribadisco l’importanza della video sorveglianza in città. È uno strumento investigativo assolutamente fondamentale, ma non viene incrementato perché c’è qualcuno che anche all’interno dell’amministrazione rema contro”, afferma il procuratore di Foggia.

La seconda evidenza è più strettamente legata all’omicidio. Il magistrato fa notare che durante le indagini “è mancata proprio la collaborazione da parte dei Foggiani”, ed ha affermato che i familiari dei cinque indagati, e probabilmente anche alcune delle loro stesse fidanzate, sapevano cosa avevano fatto i giovani.

Il procuratore ha riferito che nei cellulari sono state ritrovate immagini scattate poco prima che compissero la rapina. Foto che li inchioderebbero alle loro responsabilità.

Il messaggio ai giovani

“Rivolgo un messaggio a tutti i minorenni, non fatevi deviare da queste strade, da queste azioni criminose che rovinano la vita. Riflettete e collaborate, mi rivolgo a tutti coloro che hanno sbagliato", ha aggiunto il procuratore di Foggia rivolgendosi ai giovani.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook