19:01 11 Aprile 2021
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Dopo la notizia trapelata nei giorni scorsi, di un possibile taglio delle forniture all’Europa, l’AstraZeneca ha rassicurato l’Italia affermando di aver già consegnato al Paese un milione e mezzo di dosi questa settimana e di volerne garantire fino a 5 milioni entro marzo.

L’azienda biofarmaceutica anglo-svedese era finita sotto accusa nei giorni scorsi per la notizia, mai smentita dalla Commissione Europea, di un possibile taglio, da 180 milioni a 90 milioni di dosi, delle forniture destinate ai 27 Paesi dell’UE nel secondo trimestre del 2021, facendo così slittare di molto l’obiettivo di immunizzare la popolazione europea entro l’estate.

La revisione del calendario di consegna era stata indotta da motivi logistiche e di produzione, tuttavia ieri la società ha voluto in parte rassicurare il cliente italiano affermando che almeno per marzo le forniture saranno costanti.

“Non siamo ancora in grado di fornire previsioni dettagliate per il secondo trimestre”, precisa tuttavia il colosso anglo svedese che produce e distribuisce il vaccino sviluppato dai ricercatori dell'Università di Oxford, “in ogni caso AstraZeneca conferma che lavora con l'obiettivo di essere in linea con quanto indicato nel contratto e con l'obiettivo di consegnare all'Italia più di 20 milioni di dosi".

ln riferimento al dimezzamento delle dosi già concordate con Bruxelles la nota dell’azienda spiega che “le date di consegna, la frequenza e il volume possono subire alterazioni dovute ai processi di produzione e alle tempistiche dei processi di controllo qualità (…) stiamo continuamente aggiornando il nostro programma di consegna e informando la Commissione europea e il commissario Arcuri su base settimanale dei nostri piani per portare più dosi di vaccino in Europa nel più breve tempo possibile”.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook